Kledi Kadiu riceverà il prossimo 9 dicembre il premio "Personalità Europea 2014" al Campidoglio, in un evento dove parteciperanno autorità dello Stato e personalità della stampa e della cultura. Un premio che è il simbolo della stima del paese nei confronti del ballerino, per la sua costanza ed i risultati ottenuti con la sua attività, arrivando ad essere particolarmente apprezzato dall'opinione pubblica e dai media. La storia di Kledi è quella di una favola. Arrivato 21 anni fa in Italia a bordo di un gommone, riuscì a trovare lavoro prima a Mantova e, successivamente, a Rovereto, ma nel giro di quattro anni riuscì a diventare primo ballerino Mediaset a "Buona Domenica", poi "C'è posta per te" ed il sodalizio con Maria De Filippi, che lo ha portato fino ad "Amici".

La notizia è stata annunciata dallo stesso Kledi attraverso il suo profilo instagram. Il riconoscimento come "Personalità Europea 2014" è solo l'ultimo di una lunga serie: ha vinto il Premio Gino Tani come artista dell'anno, è stato poi omaggiato dal Presidente della Repubblica d'Albania, Alfred Moisiu con l'Alta Onorificenza di "Ambasciatore della Nazione" ed 8 anni dopo è stato nominato "Gran Maestro" dal Presidente delle Repubblica d'Albania Bamir  Topi, per i suoi meriti artistici nel campo della danza.

https://instagram.com/p/wE4EGRlXpG/

Pacato nelle reazioni, misurato nelle sue apparizioni, Kledi Kadiu ha colto ancora nel segno quest'estate, quando nel delirio delle secchiate ghiacciate dell'Ice Bucket Challenge, ha rifiutato la doccia firmando in video un assegno all'AISLA, come forma di protesta contro quanti hanno cavalcato la viralità del momento, come espediente per farsi pubblicità.