2 CONDIVISIONI

L’eredità di Whitney Houston anche a suo figlio adottivo Nick Gordon

Whitney Houston aveva anche un figlio adottivo, mai dichiarato formalmente, di 22 anni. Si chiama Nick Gordon, e adesso che la cantante è morta gli spetterà una parte del suo patrimonio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Laura Balbi
2 CONDIVISIONI
Whitney Houston aveva anche un figlio adottivo, mai dichiarato formalmente, di 22 anni. Si chiama Nick Gordon, e adesso che la cantante è morta avrà diritto anche lui alla sua eredità.

La recente scomparsa di Whitney Houston ha lasciato sconvolti migliaia di sostenitori e amici, ma soprattutto i suoi stretti familiari. A ripercorrere le vicende di una morte inattesa il suo ex marito Bobby Brown, ed il trauma della loro giovanissima figlia Bobbi Kristina, colpita dalla perdita al punto da aver avuto bisogno di un ricovero ospedaliero poco dopo i funerali della madre. Ma a fare capolino tra gli affetti della cantante black adesso c’è anche suo figlio segreto. Si chiama Nick Gordon, è un 22enne che la Houston avrebbe accolto nella sua casa di Atlanta per toglierlo dalla strada, e dal suo passato difficile. Nick chiamava Whitney mamma e Bobbi Kristina “la mia sorellina”, come si evince da una foto postata su twitter nel dicembre scorso.

Sempre sul social network Nick lascia le sue parole di saluto alla madre, una figura ispiratrice e grande sostegno per lui.

nick gordon su twitter
Nick gordon su twitter 2

Nick Gordon è il figlio adottivo della Houston, ma è balzato agli onori della cronaca anche perché a quanto pare condividerà parte della sua eredità. La notizia è stata divulgata da The Sun, che rivela quanto detto da fonti vicine alla famiglia della cantante:

Nick era parte della famiglia, Whitney lo amava tanto quanto qualunque madre potrebbe amare suo figlio. Se non è esplicitato nelle volontà della Houston e tutto andrà a Bobbi, è solo perché il testamento è stato scritto prima che Nick entrasse a far parte della famiglia. Se le cose andranno così, sarà Bobbi a prendersi cura di Nick, perché è quello che la loro madre avrebbe voluto.

Il giovane quindi non è stato mai adottato formalmente dalla Houston, ma visti i buoni rapporti che lo legano a sua sorella, l’erede diretta di Whitney, la giovane provvederebbe a sostenerlo economicamente.

Pur non essendo fratelli di sangue Bobbi Kristina e Nick sembrano avere in comune delle abitudini non proprio sane: l’anno scorso fu accusato di possesso illecito di armi, dopo aver partecipato a una rissa con l’ex fidanzato di Bobbi, a seguito di un litigio in sua difesa. Nello stesso periodo la sua sorellastra fu arrestata e poi rilasciata per avere con se degli alcolici, vietati in quanto era ancora minorenne. Prima della morte la Houston non navigava in ottime acque, il suo patrimonio si aggirava attorno alle 20 mila dollari, dai quali andranno sottratti anche i debiti che la cantante aveva accumulato per i suoi problemi di droga. La somma è destinata ad aumentare grazie al boom di vendite degli album dalla scomparsa di Whitney in poi.

2 CONDIVISIONI
Il testamento di Whitney Houston
Il testamento di Whitney Houston
Omaggio a Whitney Houston durante i Bet Awards 2012
Omaggio a Whitney Houston durante i Bet Awards 2012
La nonna ballerina rende omaggio a Whitney Houston (VIDEO)
La nonna ballerina rende omaggio a Whitney Houston (VIDEO)
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni