Il settimanale Spy pubblica nel numero in edicola il resoconto di una denuncia del 2015 con la quale una “politica calabrese”, che non è Wanda Ferro, avrebbe accusato Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo di averle presentato il finto Danny Coppi. I fatti si sarebbero verificati 6 anni dopo il momento in cui l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne aveva annunciato il suo matrimonio con Simone Coppi, altro personaggio di fantasia per accreditare l’identità del quale erano state utilizzate le foto del modello Stephan Weiler. A distanza di qualche anno da quel momento, Pamela ed Eliana si sarebbero ritrovate ad affrontare una vicenda spinosa.

Il contenuto della denuncia

A proposito della denuncia in questione, sul settimanale Spy si legge: “Eppure Eliana, questa è la seconda clamorosa rivelazione di “Spy”, sapeva già almeno dal 2015 che la famiglia Coppi era un’invenzione. Lo sapeva perché lei e la Perricciolo erano state indagate per truffa, insieme con un terzo soggetto (un modello svedese, ignaro di tutto, a cui era stata sottratta l’immagine), ai danni di una parlamentare calabrese”. Questa donna sarebbe stata indotta a consegnare 4500 euro. Su Spy si legge ancora:

A seguito della denuncia, in cui viene chiarito che Denny Coppi non esiste, viene perquisita l’abitazione di Eliana e di Pamela e vengono sequestrati telefoni cellulari, schede telefoniche e un documento (falso) del matrimonio fra Simone Coppi e Eliana Michelazzo. In quell’occasione la Michelazzo apprende, quindi, che Denny Coppi non esiste e che il suo matrimonio si basa su documenti sospetti.

Chi era Danny Coppi nella finzione

L’identità di Danny Coppi non è stata ancora chiarita ma secondo Spy si tratterebbe di un modello svedese bellissimo, già sposato e con 4 fratelli. Le sue foto sarebbero state utilizzate per accreditare la figura di un bellissimo e facoltoso giovane imprenditore, vedovo e padre di un bambino.