È un “altro” Adam Levine quello che compare nel singolo di “Nobody’s Love”, ultimo dei Maroon5, gruppo orfano della momentanea sospensione del bassista Mickey Madden, travolto dall’accusa di violenza domestica. Altro che non indica quanto sia migliorato o peggiorato negli anni il frontman dei Maroon5, solo quanto sia cambiato. Ancora.

L’uomo più sexy del mondo nel 2013

Era il 2013 quando Levine, oggi in video con i capelli completamente rasati e la barba incolta, veniva eletto da People “l’uomo più sexy del mondo”. Capelli più lunghi, solo alcuni dei tatuaggi che gli mappano busto e braccia oggi, sorriso pulito, a tratti impacciato. Una specie di divo del cinema in camicia e sorriso smagliante, scatenato sul palco con microfono e chitarra acustica, fidanzato lontano dalla scena con la super top model, angelo di Victoria’s Secret, Behati Prinsloo, la donna che sarebbe diventata sua moglie nel 2014.

Show e tatuaggi al SuperBowl, poi cambia nel video di “Memories”

Adam Levine sul palco del SuperBowl nel 2019
in foto: Adam Levine sul palco del SuperBowl nel 2019

Tatuaggio dopo tatuaggio, Adam Levine si è costruito un’altra identità. Non musicale, quella è rimasta fedele agli esordi. Un’identità privata, che strizzasse l’occhio alle fan di tutto il mondo. Forte della nuova consapevolezza acquisita, posa nudo, scopre addominali e tatuaggi sul palco del SuperBowl nel 2019. Ma un’altra metamorfosi è già in atto, ne è la testimonianza il videoclip di “Memories”, singolo pubblicato a ottobre dello stesso anno. In quello più recente di “Nobody’s Love” Levine conferma la virata, solo i capelli sono più corti. L’impronta è quella del regista David Dobkin che lo aveva già diretto in "Sugar", "Girls Like You" e "Memories”: un’inquadratura più intima, solo Levine sullo schermo, a piedi nudi mentre rolla marijuana. È un altro Levine, cambiato ancora. Nulla di diverso rispetto a quanto abbai già fatto.

Adam Levine nel video di Memories
in foto: Adam Levine nel video di Memories