27 Gennaio 2021
08:08

Lapo Elkann: “Io e Joana non ci nascondiamo niente, neanche i codici sblocco dei nostri telefoni”

Un amore è davvero forte se non ha segreti e se è in grado di scambiarsi persino i codici sblocco degli smartphone. Lo ha dimostrato anche il film campione d’incassi “Perfetti Sconosciuti” e lo dimostra anche Lapo Elkann che conferma: “Non ci nascondiamo niente. Abbiamo i codici del telefono l’uno dell’altra”. Il matrimonio è sempre più vicino.

Un amore si può dire davvero forte se è in grado di scambiarsi anche i codici sblocco degli smartphone. Sembra un particolare irrilevante, ma "Perfetti Sconosciuti" insegna che in realtà non è così. Il rapporto tra Lapo Elkann e Joana Lemos sembra così perfetto, da poter superare anche la terribile prova dello scambio dei cellulari. In una intervista al settimanale 7 del Corriere della Sera, Lapo Elkann lo dice senza fronzoli: "È una donna che mi porta su ed è la prima che non sta con me per la visibilità o i soldi. Non ci nascondiamo niente. Abbiamo i codici del telefono l’uno dell’altra". 

Le parole di Lapo Elkann

È confermato che il rampollo degli Agnelli viaggia a forte velocità verso un matrimonio felice con Joana Lemos. È da quasi un mese, più o meno dopo la partecipazione di Lapo Elkann a Domenica In, che non si parla che di loro. Lei è la donna che ha cambiato tutte le prospettive di vita del ribelle imprenditore, che adesso vuole mettere su famiglia.

Ha vinto la Parigi-Dakar. Sa che vuole dire cavalcare le dune e quindi avere a che fare con una persona non facile: io non sono molle, non sono inattivo. Durante il lockdown, abbiamo fatto la campagna Never Give Up per la Croce Rossa, abbiamo portato gli igienizzanti a Locri, due ambulanze per i disabili in Sicilia, abbiamo distribuito le pizze a Napoli, i pasti a Milano, le mascherine negli ospedali, siamo andati ad aiutare in Spagna e in Portogallo. […] Ero in un ristorante e ho visto uno sguardo che era una forza della natura. Poi, ho visto anche il resto e mi è piaciuta in tutto. Ci ho provato subito in modo “lapesco” e mi è andata male. Le ho scritto un messaggio: ti voglio. La volevo molto prima che lei volesse me. Non ha risposto. Ho dovuto ricominciare in modo “lapesco-romantico”: costruire un rapporto dove ci si conosce, si vedono nello sguardo passioni, valori, la voglia di presente e di futuro.

Le cose che abbiamo in comune

"Le cose che abbiamo in comune" la cantava Daniele Silvestri, ma Lapo Elkann ne fa una cover nelle sue dichiarazioni, rivelando tutti gli aspetti, tutti i punti di contatto che fanno di Joana Lemos la donna più importante della sua vita.

Lei ha molte cose mie: determinazione, costanza, caparbietà, bontà, generosità. Come me, dà così tanto agli altri che a fine giornata può essere sfinita. È una donna che mi porta su ed è la prima che non sta con me per la visibilità o i soldi. Non ci nascondiamo niente. Abbiamo i codici del telefono l’uno dell’altra. È probabilmente la prima volta che non sono birichino, non guardo altrove e non ho più il complesso del seduttore. Prima, ero insicuro e la mia donna doveva piacere agli altri. Con lei voglio costruire una vita, vedo una prospettiva lunga.

Lapo Elkann e Joana Lemos verso il matrimonio: ecco tutti i dettagli
Lapo Elkann e Joana Lemos verso il matrimonio: ecco tutti i dettagli
Lapo Elkann, che show: chioma platino a Domenica In, parole al miele per la fidanzata Joana Lemos
Lapo Elkann, che show: chioma platino a Domenica In, parole al miele per la fidanzata Joana Lemos
Lapo Elkann salva 150 rifugiati ucraini affittando un Boeing
Lapo Elkann salva 150 rifugiati ucraini affittando un Boeing
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni