140 CONDIVISIONI

Lapo Elkann, tutte le follie della pecora nera degli Agnelli

Dagli scandali alle interruzioni di gioco in NBA, dai baci rubati ad Uma Thurman all’auto camouflage parcheggiata sui binari del tram a Milano, per arrivare all’arresto per un sequestro inscenato: ecco solo alcune delle grandi gesta di Lapo Elkann, il rampollo più noto d’Italia diventato una specie di mito nostrano.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Andrea Parrella
140 CONDIVISIONI
Immagine

Le bravate dell'ereditiero più noto d'Italia, Lapo Elkann, non si contano più. Conversazioni da bar, pagine e pagine di giornali e dibattiti in tv hanno contribuito all'emergere di un personaggio dai tratti letterari. Chiunque questa mattina, dopo la notizia del sequestro inscenato e dell'aresto di Elkann, abbia dato un'occhiata alla propria home di Facebook in metro, sul bus o in un momento di pausa, avrà constatato come Lapo sia riuscito a generare una mole di commenti quasi superiori a quella provocata dall'elezione di Donald Trump in America. Ma soprattutto, fatta eccezione per si chi ha inspiegabilmente associato la richiesta opulenta di Lapo alle scelte imprenditoriali di Sergio Marchionne, è balzato subito agli occhi come il popolo tutto, questa volta, abbia risposto alla bravata del rampollo senza troppa indignazione, attribuendogli invece una specie di aura mitologica che oscura la vergogna pubblica di dieci anni fa, con lo scandalo overdose. Oggi da Lapo nessuno si aspetta più un comportamento degno degli Agnelli, al contrario tutti attendono impazienti la prossima uscita surreale, che come nel caso del rapimento inscenato raggiunge picchi degni di una fenomenologia.

Lo abbiamo visto collezionare figuracce, rendersi protagonista di momenti talmente assurdi da far credere si potesse trattare di fotomontaggi, fare affermazioni forti, sbagliare consecutio e congiuntivi come non ci fosse un domani. Eppure, ogni volta che è accaduto, tutti ci siamo chiesti, in silenzio, se in quel gesto istintivo e scandaloso non ci fosse del talento, quello di sapersi piazzare al centro dell'attenzione nel più efficace dei modi possibili. Cinque sono i momenti che in un'ipotetica biografia di questo genio incompreso potrebbero essere isolati.

L'overdose del 2005

L'11 ottobre 2005, viene ricoverato in gravissime condizioni presso il reparto di rianimazione dell'Ospedale Mauriziano di Torino, a causa di un'overdose per un mix di oppio, cocaina ed eroina dopo una notte in compagnia di più transessuali. È proprio una di loro a chiamare l'ambulanza, intuite le gravi condizioni del giovane. Dimesso dall'ospedale, si dimette dagli incarichi in Fiat e si trasferisce in Arizona, dove inizia una terapia riabilitativa, per proseguire con un periodo di convalescenza in una residenza di famiglia a Miami.

Lapo e la partita di NBA

Questo è certamente uno dei più grandi capolavori di Elkann, degno di un trattato di storia dell'arte. Mentre assiste a una partita Nba di basket, seduto in prima fila, il rampollo interferisce tocca la palla quando è ancora in gioco  e impedisce al cestista Josè Calderon, un giocatore dei Raptors di Toronto, di prendere la palla prima che uscisse dal campo finendo per favorire i Lakers, la sua squadra del cuore.

L'auto camouflage parcheggiata sui binari del tram

Che dire, questa è certamente la giocata che conferma il talento di un campione sì discontinuo, ma degno di essere definito tale: è il 2014 e Lapo pensa bene di parcheggiare la sua Jeep Grand Cherokee color camouflage sulle rotaie del tram a Milano col risultato di bloccare per circa mezz'ora il traffico di Corso San Gottardo. Le multe ricevute da Elkann hanno fatto certamente meno rumore delle immagini dell'auto piantata nel bel mezzo della città, oltre che del colore stesso dell'auto.

Il bacio a Uma Thurman senza il suo consenso

Il Lapo Elkann che non ti aspetti al Festival di Cannes 2016, in occasione del consueto amfAR Gala, la cerimonia per la raccolta fondi per la lotta all'Aids, lascia di stucco Uma Thurman con un bacio appassionato. La foto fa il giro del mondo, e per la veemenza del bacio stesso e per la risposta dell'attrice, che tramite il suo ufficio stampa fa sapere di non aver gradito la cosa e che il bacio sia stato tutt'altro che consensuale. Ma anche qui vale la stessa domanda: la risposta vale più di quella foto stupenda con tanto di sigaretta tra le mani di Lapo, degna del peggiore dei truzzi italiani?

Arresto e finto sequestro

E siamo arrivati all'arresto per il finto sequestro inscenato da Lapo Elkann per avere chiesto 10mila euro dalla famiglia inventando un inesistente richiesta di riscatto. La notizia è fresca, ricca di elementi di dubbio e questioni da confermare, col rilascio finale di un'unica convinzione comune: non sarà l'ultima.

140 CONDIVISIONI
Lapo Elkann alla fidanzata Shermine Shahrivar: "Un amore totale, non è un flirt estivo”
Lapo Elkann alla fidanzata Shermine Shahrivar: "Un amore totale, non è un flirt estivo”
Solidarietà a Lapo Elkann, che spegne social e riflettori: "Non è un addio"
Solidarietà a Lapo Elkann, che spegne social e riflettori: "Non è un addio"
Lapo Elkann e Shermine Shahrivar immortalati dai paparazzi in barca a Saint Tropez
Lapo Elkann e Shermine Shahrivar immortalati dai paparazzi in barca a Saint Tropez
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views