Luigi Oliva, uomo che sostiene di essere stato fidanzato con Pamela Prati per qualche mese, accusa l’ex showgirl del Bagaglino dalle pagine di Dagospia. L’uomo, che non affronta il tema delle nozze della showgirl, racconta una Pamela inedita, una versione differente rispetto a quella conosciuta dal pubblico. La Prati sarebbe in procinto di convolare a nozze con Mark Caltagirone, costruttore edile. Prima di questo amore, però, avrebbe vissuto una relazione burrascosa con Oliva.

Il primo incontro nel 2017

Oliva, raggiunto da Dagospia, sostiene di avere conosciuto Pamela nel 2017: “Ci siamo conosciuti all'"Anema e core" a Capri… Dopo il nostro primo incontro Pamela ha chiesto informazioni su di me a Lele Mora, di cui sono amico di lunga data. Abbiamo avuto una relazione che è durata 7-8 mesi e si è conclusa agli inizi di gennaio 2018, stanco della sue farse, delle sue finzioni e del suo finto innamoramento. Pamela mi ha cercato in continuazione sino al maggio 2018 fingendosi innamorata e disperata per la nostra rottura, sia con me che con degli amici in comune”.

I presunti prestiti ricevuti dall’ex

Oliva prosegue, sostenendo di avere prestato alla Prati una somma ingente di denaro che sarebbe dovuto servire a evitare il pignoramento di un appartamento particolarmente caro a Pamela. Secondo quanto racconta, quella casa rischiava di essere sottratta alla sua proprietaria: “Quando eravamo insieme, diverse volte è scoppiata a piangere perché la banca stava per procedere al pignoramento del suo appartamento, ed essendo legato sentimentalmente a lei le ho prestato una certa somma per evitare che questo accadesse”. Continua sostenendo di avere chiesto la restituzione di quel prestito, con scarsi risultati:

Lei mi aveva promesso di restituirla mentre stavamo insieme. Appena finita la relazione ha rinnegato tutto, e ho dovuto adire le vie legali, e i procedimenti sono tuttora in corso.

L’anello di fidanzamento

Al suo compleanno, durante uno spettacolo del Bagaglino, sul palco davanti a tutti i suoi colleghi le arriva un mega fascio di fiori con un anello di famiglia di elevato valore come pegno d'amore. La nostra relazione è finita poco dopo, e sentendomi solo usato, le ho chiesto di restituirlo. Ma c'è voluto l'intervento degli avvocati per riaverlo” dice ancora Oliva, raccontando di avere donato a Pamela un anello del quale chiede oggi la restituzione. Infine, sostiene di essere stato usato dalla showgirl, futura moglie di Caltagirone, per motivi che nulla c’entrano con l’amore:

Pamela mi ha usato, mi ha preso in giro e illuso. La verità è che Pamela non è mai stata innamorata di me. Mi ha usato come bancomat. Quando andavamo in giro oppure si andava a Napoli dove ho casa, lei si presentava con una corte di parenti. amici, truccatore e parrucchiere. Tutto a mio carico, hotel compresi. Si faceva comprare abiti e scarpe. Andavamo al ristorante e ogni volta ero costretto a saldare conti per tutti