Era l'1 giugno del 2019, quando Lorella Boccia e Niccolò Presta diventavano marito e moglie. A circa due anni dal matrimonio, si preparano a diventare genitori. La conduttrice ed ex allieva della scuola di Amici e l'imprenditore e figlio del manager Lucio Presta, hanno annunciato sui rispettivi profili social di aspettare un bebè. Entrambi sono al settimo cielo.

Lorella Boccia e l'annuncio del bebè in arrivo

Lorella Boccia ha pubblicato uno scatto che la ritrae con la foto dell'ecografia in mano, mentre accarezza il pancione che al momento è appena accennato. Sul volto un sorriso radioso. La ballerina ha rivolto una dedica a suo marito: "Amore ti amo, non solo per ciò che sei ma per ciò che sono quando sono con te. E adesso non sono sola, non siamo soli… adesso siamo noi tre. Respiriamo insieme una nuova vita. Ti amo". Nella tenera dedica, Lorella non ha svelato il sesso del bebè, né a quale mese di gravidanza sia.

La gioia di Niccolò Presta, marito di Lorella Boccia

Anche Niccolò Presta ha voluto celebrare con i suoi follower, la notizia della cicogna in arrivo. L'imprenditore ha pubblicato una foto mentre abbraccia la moglie e, anche lui, mostra l'ecografia. Così, ha spiegato a coloro che lo seguono su Instagram, l'importanza che ha per lui, la scoperta che presto diventerà padre: "Questa è un’immagine che cambia la mia vita, il mio modo di pensare, il mio modo di agire. Questa immagine mi toglie il fiato e allo stesso tempo mi dà la sensazione di aver iniziato solo ora a respirare davvero".

La reazione del nonno Lucio Presta

Come ha reagito il nonno Lucio Presta alla notizia del nipotino in arrivo? A giudicare dal post che il manager ha pubblicato su Instagram, si direbbe che la sua gioia è incontenibile: "Che bello sapere di diventare nonno di sangue, dopo la gioia dell’arrivo di Pietro, ora un’altra cicogna vola sul tetto della mia famiglia. È proprio vero che i bimbi portano bene e ci rendono felici. Un bacio a Lorella e Niccolò, ed ora tocca a Beatrice farmi diventare nonno tris. Bea non aspettare tanto, Riccardo tu aspetta un po’ ancora".