Il ‘Grande Fratello Vip‘ permette ai concorrenti di mettersi a nudo. Sotto l'occhio vigile e onnipresente delle telecamere del reality, i volti noti mostrano la loro fragilità, ma anche una bellezza meno artefatta. È il caso di Luca Onestini, che nella casa più spiata d'Italia ha mostrato le macchie bianche presenti sulla sua pelle. Il giovane, come il nuovo tronista gay Alex Migliorini, soffre di vitiligine. Nel reality, ha evitato di nascondere quelle chiazze sulla cute come, al contrario, ha sempre fatto negli scatti pubblicati sui social, restituendo agli spettatori un'immagine più autentica di sé. Niente Photoshop, più sincerità e meno muri, con i quali è riuscito a conquistare il consenso del pubblico, da sempre più incline al realismo piuttosto che alla dissimulazione.

Le foto su Instagram ritoccate con Photoshop.

I fan di Luca Onestini, pur conoscendo ogni dettaglio su di lui e la sua vita privata, scoprono solo ora che l'ex tronista di ‘Uomini e Donne' soffre di vitiligine. Negli scatti pubblicati sui social e che lo ritraggono in costume, infatti, le chiazze bianche generate dalla malattia della pelle non sono mai apparse. Nel corso del reality, però, il giovane ha deciso di mostrarsi senza filtri. Così, quando si è esposto al sole o ha fatto la doccia, ha mostrato i segni della vitiligine senza preoccuparsi più di nasconderli. Un gesto che di certo è stato apprezzato dal pubblico, che come sempre premia chi si propone per ciò che è, piccole e umane imperfezioni incluse.

Luca Onestini in uno scatto pubblicato sui socialin foto: Luca Onestini in uno scatto pubblicato sui social

Alex Migliorini ha imparato a convivere con la vitiligine.

Alex Migliorini – nuovo tronista gay di ‘Uomini e Donne' – ha raccontato che la vitiligine ha contribuito a renderlo insicuro. Con il passare del tempo, però, ha imparato a non preoccuparsene più e ciò ha finito con il fortificarlo

"Uno dei tratti del mio carattere è l'insicurezza dovuta a una malattia della pelle che ho da quando avevo sei anni, che si chiama vitiligine. I primi tempi facevo fatica a stringere la mano a un'altra persona per paura che vedesse queste macchie, nascondevo le mani. Col tempo ho imparato a fregarmene e a essere più forte".

Cos'è la vitiligine.

La vitiligine è una malattia della pelle che colpisce i melanociti, le cellule che producono la melanina che dona la colorazione alla cute. Così, chi soffre di questa malattia, presenta sulla pelle delle chiazze non pigmentate e dunque prive della fisiologica colorazione donata dalla melanina. La vitiligine può colpire sia gli uomini che le donne e non è affatto una malattia contagiosa. Il nome risalirebbe al trattato De Medicina di Aulus Cornelius Celsus e si ritiene derivi da vitius, difetto, o da vitilus, vitello, riferendosi alla colorazione più chiara dei vitelli. Nonostante sia una malattia conosciuta e descritta da migliaia di anni non è ancora ben compresa la sua causa.

Personaggi famosi con la vitiligine.

Tanti i volti noti che ne hanno parlato, nel corso delle loro carriere, relativizzandone gli effetti sociali e mostrandola come quello che è: un disturbo come tanti altri. Star della musica, campioni sportivi, politici influenti e personaggi televisivi che, come i nomi a seguire, hanno apportato il loro contributo dando testimonianza con la loro esperienza.

Michael Jackson: 
Al termine vitiligine viene subito da associare il nome della nota pop star americana. Iniziò a soffrirne sin dalla tenera età e la sua incidenza sul corpo è stata confermata anche dall’autopsia dopo la sua morte, avvenuta nel 2009. Pare che Michael Jackson volesse «sbiancarsi» proprio per coprire i segni della malattia, che generava un vistoso effetto a chiazze, a causa della depigmentazione su una pelle particolarmente scura. Il suo non era, quindi, un disturbo psicologico di stampo razziale, quanto forse il tentativo di compensazione per un disagio personale e poco condiviso.

Mara Maionchi:
Ho la vitiligine, una malattia che mi provoca delle macchie chiare su quasi tutto il corpo”, con queste parole Mara Maionchi decise di parlarne pubblicamente poco prima dell'inizio di X Factor4: “Solo chi ha la vitiligine teme la vitiligine. Io per esempio prego di non averla lasciata in eredità alle mie due figlie”. La nota discografica volle spiegare al mondo intero che non si trattava di una patologia infettiva e che lei stessa aveva imparato a conviverci sin dall'età di 25 anni: “Una mattina come tante, lavandomi il viso, di fronte allo specchio, notai di avere una piccola macchia sul collo”.

Luca Marin
Il famoso campione di nuoto ed ex fidanzato di Federica Pellegrini soffre di vitiligine da quando aveva 11 anni. Lo ha raccontato ad oksalute.it nel 2014 nel corso di un'intervista volta alla sensibilizzazione sul tema: "Una chiazza di pelle più chiara sulla fronte. Un ciuffo di capelli bianchi sulla mia testa corvina. La paura di vedere in poco tempo il mio corpo coprirsi di macchie. Così, a 11 anni, è iniziata la mia battaglia contro la vitiligine. La prima ad accorgersi di quelle macchie, che spiccavano soprattutto l’estate al mare, fu mia madre con il suo occhio più che attento verso il suo figlio unico […] Noto subito anche le più piccole macchie e mi accorgo all’istante se qualcuno ha la stessa mia malattia. In fondo sono fortunato, il mio problema è limitato. Vedo persone con intere zone del viso e della mani completamente decolorate. Quello che ho capito è che la vitiligine è una malattia diffusa".

Francesco Cossiga
L'ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga ha iniziato a soffrire di vitiligine a seguito del forte stress subito dopo il rapimento Moro. Lo ha raccontato Bruno Vespa, spiegandolo in questo modo: "Nel profondo dell’animo suo Francesco Cossiga è morto la mattina del 9 maggio 1978, quando gli dissero che nel bagagliaio di una Renault rossa era stato trovato il cadavere di Aldo Moro. ‘Avevo in tasca la lettera di dimissioni da ministro dell’Interno', mi raccontò molti anni dopo quando ne parlammo per la prima volta a lungo. Me lo disse sfiorandosi la mano e il volto sfigurati dalla vitiligine che aveva imbiancato nel ’78 all’improvviso il volto e il capo come stigmate a eterno ricordo di una missione fallita".

Richard Hammond
Il noto presentatore inglese, famoso soprattutto per i programmi Top-gear e Brainiac, avrebbe iniziato a soffrire di vitiligine dopo un brutto incidente d'auto: proprio mentre girava una puntata di Top-Gear nel 2006, Richard Hammond si procurò un danno cerebrale molto serio, a seguito del quale venne ricoverato per diverse settimane. Dalle testimonianze di allora, sembra che le prime chiazze di vitiligine siano nate nel periodo successivo alla convalescenza.