Coinvolto in una rissa, suo malgrado, scaturita per difendere una ragazza in difficoltà, Luigi Mario Favoloso sarebbe dovuto essere ospite di Pomeriggio5 nella puntata del 13 dicembre 2018, forse per raccontare quanto era accaduto, All’ultimo minuto, però, il fidanzato di Nina Moric ha preferito soprassedere e dare buca alla padrona di casa Barbara D’Urso, la stessa che aveva condotto la sua edizione del Grande Fratello.

Le motivazioni di Luigi Favoloso

Favoloso è intervenuto su Instagram per spiegare le ragioni della sua mancata partecipazione al celebre show di Canale 5: “Mi sento di chiedere scusa agli autori di pomeriggio 5 per aver cambiato idea all’ultimo e non aver preso parte al programma, avrei dovuto parlare della vicenda che purtroppo è venuta fuori della mia “rissa” con un extracomunitario. Non per mia volontà, sono venuti fuori anche i motivi di questo litigio, e benché sia chiarissimo che sia intervenuto per proteggere una ragazza da un balordo, la mia esperienza in quel contesto televisivo mi insegna che qualsiasi cosa possa essere girata ( soprattutto da un certo tipo di stampa ) contro di me. Non me la sento nemmeno di speculare su questa vicenda e nemmeno di leggere accuse di questo genere che inevitabilmente sarebbero scaturite dalla mia partecipazione, non me la sento di rientrare in un contesto che ha permesso, non facendomi fare chiarezza, un accanimento mediatico nei miei confronti. Non facendo chiarezza, su un tatuaggio svedese fatto passare per nazista, sul fatto che io abbia picchiato un concorrente al grande fratello, sulla mia indifferenza al 25 aprile, e soprattutto su una maglietta con un sorta di “vaffanc***” fatta passare per “sessismo e offesa a tutte le donne”. Non me la sento di far passare il messaggio che intervenire per aiutare qualcuno in difficoltà sia un fatto straordinario, credo sia un atto dovuto, il fatto straordinario dovrebbe essere considerato far finta di nulla. Uscito da quel contesto, ho giurato alla mia fidanzata che avremmo vissuto lontano dai social e dalla televisione il nostro rapporto, e seppure non fosse quello il tema della mia partecipazione a Pomeriggio 5, credo comunque che con la mia presenza, non avrei tenuto fede al giuramento”.

Mi sento di chiedere scusa agli autori di pomeriggio 5 per aver cambiato idea all’ultimo e non aver preso parte al programma, avrei dovuto parlare della vicenda che purtroppo è venuta fuori della mia “rissa” con un extracomunitario. Non per mia volontà, sono venuti fuori anche i motivi di questo litigio, e benché sia chiarissimo che sia intervenuto per proteggere una ragazza da un balordo, la mia esperienza in quel contesto televisivo mi insegna che qualsiasi cosa possa essere girata ( soprattuto da un certo tipo di stampa ) contro di me. Non me la sento nemmeno di speculare su questa vicenda e nemmeno di leggere accuse di questo genere che inevitabilmente sarebbero scaturite dalla mia partecipazione, non me la sento di rientrare in un contesto che ha permesso, non facendomi fare chiarezza, un accanimento mediatico nei miei confronti. Non facendo chiarezza, su un tatuaggio svedese fatto passare per nazista, sul fatto che io abbia picchiato un concorrente al grande fratello, sulla mia indifferenza al 25 aprile, e soprattutto su una maglietta con un sorta di “vaffanculo” fatta passare per “sessismo e offesa a tutte le donne”. Non me la sento di far passare il messaggio che intervenire per aiutare qualcuno in difficoltà sia un fatto straordinario, credo sia un atto dovuto, il fatto straordinario dovrebbe essere considerato far finta di nulla. Uscito da quel contesto, ho giurato alla mia fidanzata che avremmo vissuto lontano dai social e dalla televisione il nostro rapporto, e seppure non fosse quello il tema della mia partecipazione a Pomeriggio 5, credo comunque che con la mia presenza, non avrei tenuto fede al giuramento.

A post shared by Luigi Mario Favoloso (@lmfavolosofficial) on

La rissa in cui è rimasto coinvolto

Luigi è rimasto coinvolto in una rissa avvenuta il 1 dicembre scorso. Avrebbe difeso una ragazza dall’ira di un uomo. È stata lei stessa a raccontare l’accaduto in un’intervista rilasciata sul settimanale Oggi: “Stavo facendo manovra con la macchina e a un certo punto un uomo è sbucato dal nulla con aria aggressiva, urlandomi parolacce, come se avessi rischiato di urtarlo. Luigi, che io non conoscevo, è venuto in soccorso. Mi ha detto: ‘Va tutto bene?’ E io: ‘Non proprio’. Luigi gli è arrivato alle spalle, appena quello si è girato gli ha tirato la borsa in faccia e si è dileguato”.