Luigi Mastroianni e il fratellino Salvo hanno rilasciato un'intervista doppia a ‘Uomini e Donne Magazine'. Il pubblico del programma di Maria De Filippi sa bene quanto i due siano legati. Rappresentano un punto di riferimento l'uno per l'altro. Luigi ha ricordato con tenerezza il momento in cui Salvo nacque e fu portato a casa dall'ospedale:

"Mi ricordo quando è nato e i miei genitori lo hanno portato a casa. L’immagine della sua culla è impressa in maniera indelebile nella mia mente. Le sembrerà strano ma ricordo perfettamente, anche se ero molto piccolo – ho solo due anni e mezzo in più – la seconda notte in cui ha iniziato a far parte della nostra famiglia. Io ho insistito per dormire con lui nella culla. Me lo ricordo come una notte speciale".

Salvo ha la sindrome di Down, ha insegnato a Luigi a gioire delle piccole cose

Luigi Mastroianni ha parlato di come si è rapportato al piccolo Salvo nei primi anni di vita. Notava che il fratellino spesso doveva andare in ospedale e dunque, impensierito, faceva tante domande ai genitori. Presto ha compreso che il bambino era affetto dalla sindrome di Down. Grazie a Salvo ha imparato a gioire delle piccole cose:

"Quando ero piccolo, facevo spessissimo delle domande a mia madre ma non sul fatto che fosse diverso da me. Le chiedevo perché fosse così spesso in ospedale. Non mi è mai stato fatto un discorso sulla sua diversità. Negli anni ho capito da solo del perché avesse tanto bisogno del nostro amore. Salvo è al centro delle nostre vite. Se oggi sono questa persona lo devo solo a lui. Lui è il mio maestro di vita. Insieme a lui ho imparato a gioire per le piccole cose, a pronunciare parole soppesate, a esprimere un pensiero sensato, a essere felici per tutte quelle cose che per noi normodotati sono la normalità".

Luigi è sempre felice di occuparsi di Salvo e non ritiene che il legame viscerale con il fratellino possa ostacolare il suo sogno di farsi una famiglia: "Parto dal presupposto che se una donna sta con me deve avere dei valori e una grande sensibilità. Mio fratello è una parte importante della mia vita. Le diversità sono fonte di bellezza. Se fossimo tutti uguali non saremmo più capaci di stupirci davanti a qualcuno di diverso da noi. Spesso la diversità mi affascina e a volte mi appassiona, e la vado proprio a cercare. Anni fa ho seguito un ragazzo autistico che aveva difficoltà a scuola".

Salvo parla di Luigi Mastroianni

La parola, poi, è passata a Salvo. Il giovane ha detto la sua su Luigi Mastroianni e ha commentato anche il percorso del fratello sul trono di ‘Uomini e Donne': "Luigi è bravo e tranquillo, anche se a volte fa il monello e mi sgrida. Insieme ci divertiamo tantissimo. Mi sono divertito molto quando siamo andati in Grecia e poi, tutti i sabati, quando mi porta in discoteca. Lui è sempre nel mio cuore, per me c’è sempre. Il suo rapporto con le corteggiatrici? Io sono un po' geloso di lui ma tanto so che sarà sempre con me. È impossibile che trovi una ragazza che non mi piaccia".