Mara Venier ammette di non avere sempre vissuto un rapporto sereno con il figlio Paolo, nato dalla relazione con l’attore Pier Paolo Capponi. Oggi 44enne, il figlio della conduttrice non avrebbe reso le cose facili alla madre. O forse, come accade con sempre maggiore frequenza, l’amore tra madre e figlio arriva a essere così ingombrante da condizionarne i rapporti in negativo, con l’unica colpa di avere amato troppo da entrambi i lati.

L’arrivo del piccolo Claudio

Intervistata dal settimanale Chi, la Venier racconta: “Il mio rapporto con lui non è stato molto sereno in alcuni momenti della nostra vita. L’arrivo del mio nipotino ha fatto da collante: è stato un attimo, una magia, siamo tornati ad essere un’unica grande famiglia”. A quel nipotino, il piccolo Claudietto, Mara è legata visceralmente: “Questo piccolo è talmente bello, dolce, è una pagnottella…è arrivato dopo la scomparsa di mia madre, dopo anni di malinconie e tristezza e mi ha ridato il sorriso”. È con lui che la Venier trascorre la maggior parte del suo tempo libero.

Gli errori commessi da madre

Fu la stessa Venier ad ammettere di essere inciampata più volte lungo il suo percorso di madre. La conduttrice non ha mai nascosto i dissapori nati con la primogenita Elisabetta Ferracini e con Paolo Capponi, suo secondo figlio. Quest’ultimo, in particolare, ha vissuto  lungo con il padre – l’attore Pier Paolo Capponi – e la sua compagna. Nel corso di una vecchia intervista a Famiglia Cristiana, Mara si raccontò senza maschere, addossandosi le colpe di quelle che riteneva fossero state le sue mancanze:

Mi preferisco come nonna. Da madre ho fatto molti errori. Ero sola, dovevo pensare a lavorare per mantenere la famiglia. Fortuna che c'era mia madre che accudiva i miei figli. Adesso non riesco a stare più di due giorni lontana da mio nipote Claudietto.