Maria Monsè, ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio5, è stata ancora una volta protagonista di un talk che ha per oggetto Perla Maria, la figlia 12enne. Conduttrice del talent show Bravissima, ideato da Valerio Merola, l’adolescente manifesta apertamente la sua passione per l’ambiente che fa da contorno al mondo dello spettacolo. In questa occasione, rispondendo ai consueti attacchi, la Monsè ha raccontato che le consentirebbe di essere in tv in cambio di buoni voti a scuola.

Perché Perla Maria è spesso in tv

Studentessa diligente, la piccola si guadagnerebbe le ospitate tv e la partecipazione a qualche evento comportandosi bene a scuola e studiando al meglio delle sue possibilità. È stata la madre a raccontarlo: “La porto a fare delle piccole cose con me quando prende buoni voti a scuola. La presentazione del talent con Valerio Merola, i collegamenti con Barbara D’Urso…sono premi per una bambina che si impegna nello studio”. Convinto sostenitore delle ambizioni della ragazzina anche il padre di Perla: “Anch’io sono stato un bambino cresciuto in fretta, non trovo sia una cosa negativa”.

Valerio Merola l’ha voluta sul palco

A spezzare una lancia in favore della ragazzina anche Valerio Merola, che l’ha voluto nel ruolo di conduttrice del talent show Bravissima: “Perla ha talento, e lo dico io che ne capisco. Ha condotto Bravissima che è il primo talent show italiano”. Non sono detti d’accordo, invece, Patrizia Groppelli e Alessandro Cecchi Paone. Entrambi ritengono che Perla dovrebbe essere tenuta lontana dalle luci dei riflettori ancora per qualche anno. Ritengono che la sovraesposizione debba essere accordata solo quando sarà sufficientemente adulta per scegliere consapevolmente. La stessa Perla, però, ha manifestato idee piuttosto chiare: è lo spettacolo il settore all’interno del quale, da grande, spera di poter lavorare.