Maria Teresa Ruta ha aperto le porte del suo passato al settimanale di gossip "Di Più", raccontando di una terribile disavventura che ha vissuto nel 1977, quando aveva soltanto 17 anni. Si tratta di un'aggressione proseguita con un tentato stupro, un momento difficilissimo che la conduttrice, allora solo adolescente, ha superato soltanto molto tempo dopo. Maria Teresa Ruta subì l'aggressione da parte di due uomini, circa vent'anni, in pieno giorno a Roma.

Sono partita per Roma inseguita dalle solite raccomandazioni dei miei genitori: "Non dare confidenza agli sconosciuti". Raccomandazione che non mi sono servite quando un giorno, e non era di notte ma alle due del pomeriggio, sono stata aggredita. Era il 14 agosto 1997, la vigilia di Ferragosto e la città era deserta. Mentre ero a pochi metri dal palazzo in cui alloggiavo, mi sono imbattuta in due ragazzi di 20 anni o poco più…

Una testimonianza durissima, un racconto terribile. I due malintenzionati dopo averla inseguita, riescono a bloccarla sul portone e a strapparle borsa e collana. In quel momento il tentativo di violenza, ma le sue urla sono riuscite a metterli in fuga. È successo quasi quarant'anni fa, ma il segno di quella brutta esperienza se lo porta ancora dentro di sé. È per questo che, nel corso della sua intervista per il settimanale di gossip, consiglia a tutte le lettrici di parlarne sempre con qualcuno. Anche lei ha avuto in suo marito, il giornalista sportivo Amedeo Goria, un sostegno molto importante. Ed è per questo che la conduttrice televisiva ritiene opportuno aprirsi. Maria Teresa Ruta è stata sposata con Amedeo Goria dal 1987 al 1999, dal loro matrimonio sono nati due figli: Guendalina, detta anche Guenda (classe 1988) e Gianamedeo (classe 1992).

Maria Teresa Ruta e Anna Falchi: storie di violenza simili

Anna Falchi ha rilasciato alcuni mesi fa un'intervista molto sentita ad Oggi, che per certi versi è simile alle esperienze di Maria Teresa Ruta. In occasione del lancio del suo nuovo blog tutto rientato al mondo delle donne, "Mammabig", l'attrice ha rivelato di aver subito due aggressioni nella sua vita e che si tratta di cose che "a nessuna donna dovrebbe accadere", specificando che il dolore è doppio quando la violenza arriva da un uomo che ami.

Io sono stata picchiata da un uomo, a nessuna donna dovrebbe accadere. Mai più. Ho sofferto botte e violenza psicologica, mi sono ribellata e ho rinunciato, nonostante fosse un grande amore.

La Ruta e la Falchi condividono il coraggio di esternare il proprio vissuto: che si da esempio e sostegno per quelle donne che affogano il dispiacere e il dolore nel silenzio.