Massimo Boldi torna a parlare sui social. Dopo le polemiche nate in seguito alle sue esternazioni relative alla gravità dell'emergenza sanitaria italiana, sopraggiunta in seguito alla pandemia da Covid-19, l'attore milanese prova nuovamente ad esprimere una sua considerazione sui social network, ma anche stavolta è stato assediato da commenti non propriamente concilianti, da parte di fan e utenti che non condividono il suo pensiero.

Le considerazioni di Massimo Boldi

Ancora una volta, Massimo Boldi ritiene sia giusto soppesare quanto viene raccontato dalla stampa e dalla politica che, a suo avviso, tendono a dare un'impronta "catastrofica" alla situazione in cui versa il nostro Paese. Su Facebook l'attore ne parla in questi termini, rivolgendosi al Presidente della Repubblica, affinché possa prenderne coscienza: "In tempo di guerra nel nostro Paese la gente si riuniva nelle cantine per sfuggire alla morte. Oggi i Governi con la scusa della pandemia fanno esattamente il contrario. Invochiamo la carica più alta dello stato per poter eliminare tutte le mele marce se vogliamo vivere la controtendenza che salverà noi ed i nostri figli. Un paradosso che sta facendo impazzire tutti. Diciamo BASTA CON IL TERRORISMO MEDIATICO. GRAZIE PRESIDENTE". 

L'attacco dei social

Un pensiero che, quindi, non lascia spazio a molte interpretazioni e con il quale l'attore vorrebbe incitare ad una rivalutazione del senso di comunità che, stando a quanto ha dichiarato, starebbe venendo meno, perché le persone sono sopraffatte dalla paura. Gli utenti di Facebook, però, non hanno apprezzato quanto dichiarato dal noto volto della comicità italiana, tanto è vero che non hanno esitato a commentare in più di 400, in maniera piuttosto schietta. Qualcuno, infatti, ha scritto: "Ti consiglio di fare un giro negli ospedali, fattelo dire da uno che ci lavora", altri invece hanno aggiunto: "Stai cavalcando l'onda senza la minima idea di quali effetti possano avere i tuoi messaggi". Non mancano, quindi, messaggi che sottolineino l'inadeguatezza di un concetto espresso così liberamente da un personaggio pubblico, con la cui visibilità dovrebbe fare i conti, prima di impelagarsi in situazioni difficili da sciogliere. Al momento non ci sono state risposte da parte dell'attore.