Le condizioni di Massimo Lopez sono in continuo miglioramento. Dopo l'infarto che lo ha colpito nella serata di venerdì 24 marzo, l'attore e comico ricoverato ad Andria si sta rapidamente riprendendo. L'equipe medica si è complimentata con lui per essere sceso dal palco, capendo di non stare bene "E' stato bravo – spiega il direttore sanitario del nosocomio pugliese, Stefano Porziotta – perché da quel momento, in 30 minuti, è stato soccorso, trasferito ad Andria e sottoposto ad angioplastica, la nostra rete cardiologica ha funzionato alla perfezione, il suo elettrocardiogramma è stato letto in tempo reale dai medici dell'equipe di Andria e quando è giunto in ospedale era già tutto pronto per l'intervento". Il dottore descrive la reazione di Lopez come ottimale, sottolineando l'atteggiamento sempre ironico

"Massimo Lopez è una persona davvero speciale. Ero in sala operatoria quando è arrivato e neppure in quel momento ha perso la sua ironia ed è stato molto collaborativo".

Tanta paura per l'attore, che dopo il malore è stato trasportato d'urgenza di Bonomo di Andria, dove è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica. Al momento resta sotto osservazione, ma subito dopo l'intervento di angioplastica è stato immediatamente ritenuto fuori pericolo. Tutto è accaduto mentre Lopez si trovava sul palco, in scena al Teatro Impero di Trani dove si stava esibendo nell'ambito della rassegna ‘Jazz & dintorni'. Stando a quanto emerge, Massimo Lopez avrebbe avvertito un forte dolore al petto mentre proponeva il consueto repertorio di gag e imitazioni. A quel punto sarebbe uscito di scena, per poi rientrare dopo alcuni secondi e provare a continuare col suo numero. Poi lui stesso ha ammesso di non essere in condizioni di continuare, scusandosi con il pubblico presente. L'arrivo del 118 è stato imminente e l'attore è stato trasportato a quel punto in ospedale. Visto l'enorme affetto nei confronti di Massimo Lopez, l'ospedale ha predisposto un servizio di vigilanza finalizzato a filtrare le persone curiose.