Infortunio per Mauro Marin, ex concorrente e vincitore del Grande Fratello nell'edizione 2010. Come ha raccontato lui stesso al Corriere del Veneto, il 39enne trevigiano ha riportato una ferita alla mano nel corso di un incidente domestico. Curiosa la dinamica dell'accaduto: Marin, che di professione fa il macellaio, ha provato a cimentarsi con la preparazione di un'insalata mista seguendo le indicazioni del celebre chef  televisivo, Antonino Cannavacciuolo, che stava seguendo in tv. Risultato: è finito al pronto soccorso con una mano trafitta dal coltello.

L'incidente a Mauro Marin

La voglia di darsi alla cucina in piena notte è costata cara al gieffino: "Alle 3 facevano le repliche di Cucine da Incubo e io avevo voglia di insalatona. Cannavacciuolo mostrava come tagliare la verdura a julienne, lo faceva benissimo, e io avevo comprato il set di coltelli in ceramica consigliato da lui. Sono un suo grande fan. Avevo già fatto il resto ma mentre tagliavo il cetriolo a julienne son sbrisà e il coltello mi ha infilzato la mano destra". Dopo un moto di rabbia che l'ha portato a tirare l'insalata contro la tv e un tentativo di medicazione casalingo, è corso in ospedale a Camposampiero.

Sia chiaro, non do la colpa a Cannavacciuolo, quello è grosso e se si arrabbia mi mena. Umilmente dico che forse è meglio se continuo a tagliare i tocchi grossi, da macellaio, le cose fini lasciamole ai professionisti. La mano sinistra sta male, la destra fa male, bisogna che me ne sto un tranquillo per un po’. Potrei dire che ho le stigmate e nascondermi in un convento, così almeno mio padre non scopre cos'ho combinato.

Tre anni fa si tagliò due dita della mano

Si tratta del secondo incidente simile in pochi anni per Marin, vittima nel 2016 di un altro ferimento alla mano, per la verità ben più grave. Utilizzando una sega circolare, l'ex gieffino si mozzò due dita della mano sinistra. Nonostante i tentativi e un'operazione chirurgica, purtroppo non fu possibile riattaccarle al resto dell'arto. Apparso qualche giorno dopo in collegamento con Domenica Live, attaccò il governo di allora: "Voglio farmi portavoce di tutte quelle persone che hanno problemi di salute e sono invisibili, non vengono a parlarne in tv, di questi medici che lavorano tutto il giorno in ospedale e che hanno decine di pazienti, spesso con pochi mezzi. Per come la vedo io a togliermi le dita è stato Matteo Renzi e il governo, perché se non avessi tutte queste tasse da pagare farei il mio lavoro in modo diverso".