Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez ormai non hanno più freni e nessuna intenzione di limitarsi. Venuti definitivamente allo scoperto e consumatosi l'incontro con Francesco Monte in casa, i due non hanno più alcun motivo di nascondersi e, non potendo lei sentire e percepire le polemiche e i rimproveri dei fan per un atteggiamento da molti giudicato poco rispettoso nei confronti dell'ex Francesco Monte, non ha motivo di sentirsi in colpa. Nelle scorse ore c'è stata la prima notte d'amore tra i due, cui sono seguite le polemiche e i commenti, compreso quello di Francesco Monte a Domenica Live.

La capanna di Cecilia e Ignazio.

Ma la vera notizia curiosa di ieri è il modo in cui i due siano riusciti a rendersi invisibili alle telecamere h24 che seguono gli inquilini in casa. Con un'ingegnosa trovata, Moser e Cecilia hanno creato una capanna del tutto riservata, sfruttando il sollevamento di un letto e l'utilizzo di asciugamani e lenzuola grazie ai quali si sono riservati un po' di intimità. Ad aiutarli ci hanno pensato gli altri inquilini della casa, da Giulie De Lellis a Corinne Clery, che li ha anche spinti a disinteressarsi di quanto possa succedere fuori dalla casa e il parere che si possa avere di loro.

I timori della coppia.

Corinne Clery ha detto a Cecilia e Ignazio che ciò che è capitato a loro è una vera e propria fortuna e non devono badare alle critiche. La Rodriguez non era d'accordo: "Questa cosa spaventa…quando usciremo, qui invece mi sento protetta". Moser le ha dato ragione: "È ovvio che ci sarà chi ci vuol male". L'attrice lo ha confortato: "Ma chi? Quattro fan? Ma chi se ne frega, abbi pazienza. Uno mica vive per i fan. Lei è una ragazza perbene, si è comportata bene, vi siete innamorati ma che cosa c'è di male? Lui ti proteggerà, non fate niente di male, stiamo scherzando?".

La citazione di Taricone e Plevani.

Quello di Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez è stato un nascondiglio che è parso quasi una citazione di una scena del Grande Fratello che risale alla prima edizione dipiù di 15 anni fa, ovvero il nascondiglio escogitato da Pietro Taricone e Cristina Plevani nel 2000, per potersi concedere un po' di intimità nei giorni pieni del loro flirt, che poi si sarebbe esaurito nei giorni successivi.