16 Settembre 2015
18:35

Nick Gordon ammette la lite accesa con Bobbi Kristina prima del coma

Svolta nel processo contro il compagno della figlia di Whitney Houston, morta a luglio dopo mesi di coma farmacologico. Gordon è accusato di aver ucciso la donna con un cocktail di stupefacenti. Dopo settimane ha ammesso per la prima volta l’acceso litigio con la donna.

La vicenda di Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston morta a luglio dopo diversi mesi di coma farmacologico, continua a non trovare una soluzione certa e la causa legale che il padre della ragazza ha intentato contro il compagno, Nick Gordon, continua a far emergere particolari sempre più agghiaccianti in merito alla presnuta dinamica che ha causato la morte della donna. Ad agosto la NBC riportava alcuni stralci del processo, sostenendo essenzialmente che ci fosse stata una lite tra Gordon e la Brown, in cui questa veniva accusata di aver avuto relazioni con un altro uomo. Inoltre l'accusa sosteneva fosse presente un'altra donna al momento del litigio e nelle care processuali si leggeva testualmente:

L'imputato l'ha aggredita mentre era in salotto, colpendola talmente forte al volto che il divano è stato danneggiato e la sua violenza non ha avuto fine finché Bobbi Kristina non era sanguinante. Dopo, ha continuato a percuoterla finché la ragazza non ha iniziato a gridare, riversa a terra in posizione fetale. L'imputato l'ha trascinata al piano di sopra per i capelli, portandola nella camera da letto e lasciando tracce di sangue lungo le mura della scala. L'imputato le ha somministrato un cocktail tossico, rendendola incosciente, e poi le ha messo la testa in giù in una vasca di acqua fredda, causandole danni cerebrali.

Fino ad agosto non vi erano state esternazioni da parte di Gordon nelle quali l'uomo ammettesse l'effettivo litigio, ma nelle ultime ore, stando a quanto riporta Intouchweekly.com, l'uomo avrebbe effettivamente ammesso che un litigio ci sia stato. Il virgolettato riportato afferma che Gordon "Ammette di aver avuto una lite con la signora Brown e che le ha cambiato gli abiti dopo la lite". Si tratta di una svolta, proprio perché fino ad ora il marito di Bobbi Kristina aveva sempre negato il litigio. Tuttavia Gordon nega categoricamente tutte le altre accuse, sostenendo di "Aver tentato di svegliare Bobbi Kristina dopo averla rinvenuta nella vasca da bagno e aver dunque tentato di effettuare un massaggio cardiaco su di lei". Bobbi Kristina Brown, lo ricordiamo, è morta due mesi fa circa in maniera molto simile a sua madre, Whitney Houston, scomparsa nel febbraio 2012.

Nick Gordon accusato di aver ucciso Bobbi Kristina:
Nick Gordon accusato di aver ucciso Bobbi Kristina: "Cocktail tossico dopo un litigio"
Nick Gordon sorvegliato, dopo la morte di Bobbi Kristina potrebbe suicidarsi
Nick Gordon sorvegliato, dopo la morte di Bobbi Kristina potrebbe suicidarsi
Whitney Houston e Bobbi Kristina Brown
Whitney Houston e Bobbi Kristina Brown
173.252 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni