A gran sorpresa, ecco che si fanno rivedere insieme Nina Moric e Luigi Mario Favoloso. La loro storia sembrava definitivamente chiusa dopo la partecipazione di lui al Grande Fratello, con la modella croata che aveva dichiarato che non sarebbe tornata con lui "manco morta". Eppure, un video condiviso da Favoloso, lo mostra insieme a Nina a Zagabria, dove i due hanno festeggiato la vittoria della Croazia contro l'Inghilterra ai Mondiali di calcio, con conseguente approdo della nazionale slava in finale.

Amicizia o ritorno di fiamma?

"A Zagabria ho incontrato casualmente Nina Moric", scrive Favoloso sulla sua Story, ma i due hanno chiaramente scelto di andare insieme nella città d'origine della Moric. Nel filmato, si abbracciano e la loro complicità è evidente. Nina, nei suoi post, non ha ancora fatto alcun commento sull'episodio né su un eventuale ritorno di fiamma con l'ex.

La rottura al Grande Fratello

I fan del GF ricordano bene l'intenso confronto tra Favoloso e Nina nella Casa, quando lei decise di lasciarlo per il comportamento tenuto nel reality, dalla rivelazione di un aborto subito da lei un anno prima ad alcuni atteggiamenti sessisti, senza dimenticare l'avvicinamento alle gieffine Patrizia e Mariana. Favoloso, a quel punto, scelse di lasciare il gioco per un confronto fuori dalla Casa, peraltro venendo squalificato poco dopo per una scritta contro Selvaggia Lucarelli.

Lui ha cercato di riconquistarla

In più occasioni, Favoloso ha spiegato di essere intenzionato a riconquistare la Moric, che considera il grande amore della sua vita. Lei, invece, aveva messo il punto sulla situazione rinnegando la vicinanza a CasaPound, movimento di estrema destra cui lui è affiliato, e dichiarandosi decisa a non riallacciare la relazione con il gieffino: "Tornare con lui? Con lui manco morta. Falso, manipolatore, ma con me casca male. Ho imparato dal maestro delle truffe. Probabilmente cancellerà questo commento, fa niente". Quelle immagini di grande feeling a Zagabria, però, sembrano raccontare tutta un'altra storia.