La notizia delle nozze della primogenita di Piersilvio Berlusconi ha fatto rapidamente il giro delle cronache rosa, nonostante Lucrezia Vittoria, questo è il suo nome, non sia mai stata sotto i riflettori e, anzi, abbia sempre rifuggito l'attenzione mediatica che sarebbe quasi naturale, data la famiglia prestigiosa dalla quale proviene.

Il rapporto con la figlia Lucrezia Vittoria

Piersilvio Berlusconi è diventato padre, per la prima volta, all'età di ventuno anni, nel corso della relazione avuta con quella che all'epoca era una modella, Emanuela Mussida. La giovane età e gli impegni lavorativi non gli hanno permesso di godere pienamente di questa paternità inaspettata e, nel corso di quasi trent'anni dalla nascita di Lucrezia, avvenuta nel 1990, il tentativo di costruire un rapporto con lei è stato uno degli obiettivi di Piersilvio Berlusconi, come è lui stesso a raccontare, in una delle interviste rilasciate negli ultimi anni, nella quale, insolitamente, ha sfiorato l'argomento:

Per anni il rapporto con Lucrezia è stato complicato: io ero giovane, forse troppo, e sono stato un padre oggettivamente non molto presente. Per fortuna però sono cresciuto, e anche lei: da quando è più grande, la nostra relazione è diventata più vera e più forte. Adesso stare insieme non è un dovere, ma un piacere”

Il matrimonio fantasma di Lucrezia Vittoria

Il passare del tempo fa il suo gioco, fa maturare le relazioni, crea dei legami che si può dire fossero in una fase embrionale, legami lasciati lì a decantare in attesa di diventare qualcosa di più concreto. Adesso che Piersilvio Berlusconi è padre di Lorenzo Mattia e Sofia Valentina, avuti dalla storica compagna Silvia Toffanin, adesso che finalmente è cresciuto, ha compreso cosa significa instaurare un rapporto con i propri figli, può finalmente sentirsi padre a 360 gradi.

Se per svariati motivi è stato un padre non "molto presente" con la sua primogenita, adesso che Lucrezia Vittoria è arrivata alle nozze, il loro legame si è intensificato. Un legame lontano da occhi indiscreti e curiosi, soprattutto in un giorno importante come il matrimonio. Ogni dettaglio è stato nascosto, la cerimonia è avvenuta nel silenzio della stampa, un modo per sottolineare ulteriormente come in quel periodo della sua vita Piersilvio Berlusconi fosse una persona diversa dal risoluto imprenditore che è oggi.