Quentin Tarantino e' diventato padre a 56 anni. Per il noto regista e la moglie, la 36enne Daniella Pick, si tratta del primo figlio. La donna ha dato alla luce il bambino nel pomeriggio di ieri, sabato 22 febbraio, in un ospedale di Tel Aviv, la sua città natale e dove probabilmente la coppia si trasferirà.

È nato il primo figlio di Quentin Tarantino

Secondo quanto riportato dal "Jerusalem Post" il maschietto è nato presso l'ospedale Ichilov di Tel Aviv, ma ancora non si è riusciti a conoscere il nome del nascituro. Il regista e la modella e attrice, si sono sposati con un matrimonio sfarzoso il 28 novembre di due anni fa a Los Angeles e lo scorso agosto, appena nove mesi dopo le nozze, hanno annunciato la gravidanza. Ed ecco che, finalmente, uno dei registi più amati del mondo è diventato papà. Il suo desiderio di paternità era stato messo da parte, in un'intervista a GQ diverso tempo fa aveva dichiarato di non avere tempo per matrimonio e figli, cosa che, invece, è completamente cambiata vista la sua attuale vita privata.

La coppia vivrà in Israele

Quentin Tarantino e Daniella Pick si sono conosciuti ben dieci anni fa, proprio in Israele, in occasione della presentazione di uno dei film più iconici del regista ovvero "Bastardi senza gloria", una pellicola nella quale dà voce alla vendetta ebraica durante la Seconda Guerra Mondiale. L'amore tra i due è stato fin da subito particolarmente intenso e non è stata casuale la decisione di far nascere il loro primo bambino proprio in Israele, dove proprio in vista del parto avevano affittato una casa a Tel Aviv. È nei piani, quindi, l'idea di lasciare la casa sulle colline di Beverly Hills per poi trasferirsi per qualche tempo in Israele, vicino la famiglia di lei. In una recente intervista a Yediot Aharonot, un quotidiano israeliano in lingua ebraica, Tarantino ha dichiarato: "Ho in programma alcuni brevi soggiorni negli Stati Uniti in occasione degli Oscar. Ovviamente, saremo qui per la nascita del bambino e anche dopo il parto. Adoro il paese e la gente di qui, che è davvero molto gentile con me. Sembrano tutti entusiasti che siamo qui."