Raffaella Mennoia rompe il silenzio e, a tre settimane dalle accuse di Mario Serpa e Teresa Cilia, torna su Instagram per commentare quanto accaduto. L’autrice di Uomini e Donne non si addentra nei dettagli della vicenda né fa mai i nomi dei suoi accusatori. Nel video postato in rete poche ore fa preferisce rivolgersi direttamente agli hater, persone senza volto che l’avrebbero pesantemente denigrata: "Voglio dirvi che, dopo quello che è successo nelle ultime tre settimane, ho mio malgrado e con non poco stupore ho dovuto fare delle riflessioni che riguardano anche Instagram e quello che questi social possono causare. Ho letto insulti gravissimi rivolti alla mia persona, che se avessi commesso uno strage sarebbero stati meno aggressivi. Sono commenti che raccontano molto di chi li scrive e poco di chi li riceve. Voglio però ringraziare chi ha speso parole gentili in questo periodo. A voi posso dire che sto per tornare in Italia dove dovrò preparare un’altra valigia per partire verso la Sardegna per Temptation Island Vip". Poi, in una foto ha aggiunto: "Solo la verità rende liberi".

Raffaella Mennoia resta al suo posto in redazione

Nella breve storia postata in rete, la Mennoia ha specificato che avrebbe presto ripreso a lavorare dietro le quinte di Temptation Island Vip, altro format Fascino di grande successo a cui lavora una parte della redazione che segue Uomini e Donne. La bagarre che l’ha coinvolta, dunque, non ha avuto ripercussioni sul piano professionale, con l’autrice che si prepara a tornare a occupare il suo posto nelle trasmissioni alla cui realizzazione collabora da anni.

Il silenzio di Teresa Cilia

Intanto, sulla vicenda è caduto un clamoroso silenzio. Dopo avere promesso ai suoi followers che avrebbe raccontato tutta la sua verità su questa storia, Teresa Cilia ha smesso di parlare. Qualche giorno fa ha fatto sapere di essersi rivolta a un legale per tutelarsi. Ha aggiunto che avrebbe dato voce alla sua versione dei fatti solo al verificarsi di una serie di condizioni:

Per una serie “strana” di contingenze avulse dai fatti per i quali ovviamente si è scatenata una bufera mediatica, non voglio momentaneamente aggiungere altre valutazioni di risposta sugli episodi che ben conoscete, ovviamente al vaglio del parere dei miei legali; tuttavia mi prometto a strettissimo giro di chiarire con i fatti e non con sterili prosopopee di marketing la veridicità del mio lavoro e del mio rispetto verso di voi.