La storia tra Gwyneth Paltrow e Chris Martin è finita da un pezzo, nessuna novità su questo fronte. Un divorzio tutt'altro che sereno, che non ha risparmiato i due dalla sofferenza, ma che ha portato ottimi frutti. La coppia negli ultimi anni è diventata simbolo di una specie di ideale, quello di poter conservare un buon rapporto nonostante la fine di un amore. Questa è, da un pezzo, la narrazione riguardante la ex coppia, due persone che hanno saputo volersi bene e costruire un rapporto di amicizia in nome del bene per i loro figli, nonostante le loro vite sentimentali abbiano percorso altre strade. Gwyneth Paltrow si è risposata l'anno scorso con il produttore Brad Falchuk e durante la luna di miele sono stati invitati molti amici, incluso Chris Martin.

Qualcosa che dovrebbe essere normale, ma che per le complicazioni e l'intrico di spine che è il sentimento amoroso ha assunto inevitabilmente i caratteri di eccezionalità. L'attrice ne ha parlato in un'intervista recente:

Al momento della separazione nessuno avrebbe scommesso sulla loro capacità di costruire un rapporto d'amicizia: «Abbiamo preso l'impegno di continua a essere una famiglia anche se non saremmo stati più una coppia.  Sia Chris che io ci siamo impegnati ad amare reciprocamente le cose che abbiamo sempre amato. E continuare a sviluppare la nostra amicizia e trovare modi per comunicare. C'è stato un lungo processo in merito.

E siccome si tratta di un'esperienza atipica, inizialmente inattesa da parte di entrambi, la Paltrow non ha nascosto di avere l'intenzione di raccontare meglio come siano andate le cose, magari nel tentativo di aiutare delle coppie in difficoltà che stanno dolorosamente optando per una separazione: "Sì, voglio scriverci un libro – ha affermato – Voglio incoraggiare le persone a concentrarsi sul perdono e sulle inevitabili incomprensioni che arrivano. Bisogna imparare a superarle. Il processo non è affatto senza sforzi. Ma ora, cinque anni dopo, il rapporto è evoluto molto bene".