Raggiunta da Fanpage.it, Rosa Perrotta chiarisce i motivi che l’hanno spinta a lasciare la Aicos Management, società della quale Pamela Prati sarebbe diventata presidente, con la sua agente Eliana Michelazzo nel ruolo di direttrice. Dopo avere partecipato alla quinta puntata di Live – Non è la D’Urso, l’ex tronista, oggi in dolce attesa, ha scelto di fare marcia indietro e prendere le distanze dall’agenzia e dalle nozze della Prati. Chiarisce oggi i motivi di quella scelta.

Mai sentito Mark Caltagirone

I primi dubbi di Rosa nascono durante le vacanze in Egitto. La Perrotta parte alla volta di Marsa Alam insieme alla Prati e alle sue due agenti, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo. Racconta a Fanpage.it: “Siamo state insieme 7 giorni e non ho mai visto la Prati parlare al telefono con Mark Caltagirone. Non lo ha chiamato nemmeno quando siamo scese dall’aereo, momento delicato viste le condizioni politiche del paese”. Nessuna chiamata nemmeno nei giorni successivi, tanto che la Perrotta comincia a chiedersi come mai una donna in procinto di sposarsi non chiami mai il futuro marito. Da qui comincia a maturare la decisione di prendere le distanze da quel contesto.

La finta storia dalla Libia

Non solo, Rosa racconta che la storia postata da Pamela Prati su Instagram che Eliana Michelazzo, nel corso della sesta puntata di Live – Non è la D’Urso  aveva detto fosse stata girata in Libia (qui il link alla puntata, al minuto 37), sarebbe stata filmata durante le vacanze in Egitto. La Michelazzo, in diretta su Canale5, aveva invece lasciato intendere che quel breve video fosse stato girato in Libia: “Se voi avete fatto caso, qualche giorno fa, lei (Pamela, ndr) ha messo una storia del deserto. Secondo voi il deserto dove si trova? In Egitto? No, in Egitto siamo andate anni fa”. E invece Rosa, che era presente quando quel video è stato girato, racconta che il deserto era quello egiziano: “L’abbiamo fatta tutte quella storia, stavamo facendo un’escursione nel deserto”.