Prima della morte del suo papà, l'attore Luke Perry scomparso Lunedì 4 marzo dopo un ictus che non gli ha lasciato scampo, Sophie, la sua giovane figlia, era una semplice teenager sconosciuta ai più. Oggi che la sua vita è drasticamente cambiata a causa del lutto che l'ha travolta, la 18enne è improvvisamente balzata agli onori del gossip. I fan dell'ex protagonista di Beverly Hills 90210 hanno iniziato a seguirla sui social, monitorando sempre più la sua pagina in attesa di foto, ricordi e sfoghi. Tantissimi follower hanno lasciato un messaggio di incoraggiamento alla giovane, ma c'è anche stato chi, spulciando nel suo profilo, ha avuto da ridire in merito ai suoi stili di vita e atteggiamenti.

La risposta di Sophie Perry

Sophie Perry ha deciso di reagire alle offese di alcuni haters, che addirittura l'hanno biasimata per il suo comportamento dopo la morte del padre. Accuse a cui ha voluto replicare, a margine di un selfie, attraverso un lungo post pubblicato su Instagram:

Da quando il mio papà se n’è andato ho ricevuto parecchia attenzione online: la maggior parte dei commenti sono stati di supporto, ma purtroppo non esistono solo belle persone. Sono qui per dire che non ho chiesto io questa attenzione, non avevo di certo intenzione di finire sotto i riflettori virtuali. Ho 18 anni, voglio sentirmi libera di imprecare come un marinaio o di vestirmi qualche volta come una prostituta, se mi va. E soprattutto ho il diritto di ridere e sorridere, di continuare a vivere la mia vita nel modo più normale possibile. Sì, sono ferita, triste e piangente, la morte di mio papà era la cosa peggiore che potesse capitarmi. Ma non ho intenzione di stare chiusa in camera a piangere ogni giorno finché internet non mi darà il permesso di smettere e uscire fuori. Lui sarebbe il primo a non volerlo. Quindi, a quelli che stanno tentando di farmi vergognare per il mio linguaggio o per il mio guardaroba, a chi sta facendo un disgustoso processo al mio lutto, chiedo semplicemente di non seguirmi.

Volontaria in Africa

Sophie Perry secondo una fonte, al momento del malore del padre si sarebbe trovata in Africa, dove da più di un mese si era recata come volontaria, un viaggio documentato anche sulla sua pagina Instagram. Dopo aver appreso la dolorosa comunicazione, sarebbe subito rientrata a Los Angeles, recandosi dal genitore, ricoverato da tre giorni al Saint Joseph Hospital. A riportare la notizia è stato il settimanale statunitense People.

Since my dad died I have received a lot of attention online. And most of it has been positive but of course, some people just can’t be nice. And I’m here to say that I did not ask for this attention, I did not ask to be thrown into some virtual spotlight, and while I don’t mean to offend anybody, I’m also not going to cater to any one else’s needs and beliefs. I’m 18. I swear like a sailor and sometimes I dress like a hooker. And I support causes and you may not. And most importantly. I am going to laugh and smile and live my normal life. YES I am hurt and sad and crying and beside myself with what happened to my dad. It’s the worst thing to ever happen in my life. And I am torn the fuck up over it. But I’m not going to sit in my room and cry day in and day out until the internet has deemed it appropriate for me to do otherwise. And if you knew my dad you would know he wouldnt want me to. So you shouldn’t either. So to those of you shaming me for my language and my wardrobe and most disgustingly, my grieving process, do us both the favor and just unfollow. It’s a waste of both of your time.

A post shared by Sophie Perry (@lemonperry) on