Carolyn, 28 anni, ossessionata sin da bambina dal mito di Pamela Anderson e cresciuta nel segno di "Baywatch", "Barb Wire" e "V.I.P.", ha modificato il suo corpo grazie al botox e al silicone fino ad assomigliare proprio alla formosa diva. Si è trattato, nella maggior parte dei casi, di operazioni non semplici, con un coefficiente di difficoltà anche elevato e che hanno messo a serio rischio la salute di Carolyn, fortemente motivata e consapevole di tutte le possibili conseguenze.

A sinistra Carolyn adolescente, a destra oggi
in foto: A sinistra Carolyn adolescente, a destra oggi

Come è riuscita nell'impresa? Botox alle gambe, filler sulle labbra, sbiancamento dei denti, ciglia finte ed iniezioni regolari di Melanotan II, un farmaco pericolosissimo che trasforma chimicamente la tua pelle, abbronzandola. Ovviamente a questo primo "pacchetto" di operazione, Carolyn ha dovuto anche subire sette operazioni al seno, visto che le sue protesi sono scoppiate nel 2004, a seguito dell'abuso del lettino solare. I suoi "investimenti" oggi le fruttano numerosi incarichi per la prestiosa agenzia "Look a like", la più importante in Inghilterra nella preparazione di eventi e nella gestione dei sosia ufficiali dei personaggi famosi.

La scelta di Carolyn non è il primo caso, ma già sono diverse le persone ossessionate dai propri modelli che hanno fatto numerosi sacrifici pur di somigliare a loro. L'aspirante attore Nicholas Ryan, ad esempio, ha speso 3800 euro per diventare come Ryan Gosling, mentre un trentenne filippino, Herbert Chavez, si è sottoposto a 19 operazioni chirurgiche per somigliare a Superman. Ma la trasformazione attraverso la chirurgia estetica è un fenomeno culturalmente e socialmente rilevante, che prende a modello non soltanto i personaggi famosi. E' l'esempio di "In my skin", il progetto fotografico che ha mostrato tutti gli under 25, alcuni giovanissimi, che hanno già deciso di cambiare "pelle", appunto.