Come gli spettatori del Trono Over di "Uomini e Donne" ormai sanno, Giuliano Giuliani è stato escluso dal programma. Maria De Filippi ha spiegato di non tollerare più che durante le puntate si parli solo di profili Facebook e battibecchi estranei alla trasmissione. Inoltre, la presentatrice ha invitato chiunque non abbia un reale interesse a conoscere una persona, a restarsene a casa. In queste ore, Giuliano Giuliani è tornato a parlare della sua esclusione. Lo ha fatto in un gruppo su Facebook, dedicato al programma. "Gossipblog" ha ripreso il post:

"Ragazzi vi saluto, in poche ore ho letto tanti commenti sulla mia assenza nella puntata degli over registrata lunedì. Non pensavo che ciò suscitasse tanto clamore, ma una cosa è certa, non mi sentirete mai urlare ed imprecare. Questa trasmissione viene gestita da una produzione e redazione composta da gente giovane ma estremamente professionale, vengono prese delle decisioni che vanno rispettate."

Giuliano, dunque, ha intenzione di rispettare la scelta della redazione senza fare polemica. Poi ha spiegato:

"Nel mio caso, so che sono stato sospeso, ma non so nulla in merito al futuro."

Ha ricordato, quindi, le cinque stagioni trascorse nel programma:

"Ho pensato alle 5 stagioni che ho vissuto in quel magico salotto dove ho provato di tutto, dal mio ingresso in sordina a oggi. Ho fatto le gare di ballo, ho sfilato in passerella, ho trovato poche donne ma belle e sensuali, avevo trovato la mia donna ideale, la donna della mia vita, Dina Grimaudo, ma per incomprensioni ci siamo allontanati ma siamo sempre vicini, ho preso una sbandata per fortuna controllata per Anna F. ora mi trovo io in carrozzeria ad aggiustare la mia macchina."

Quindi, ha concluso ribadendo la sua stima per la redazione e aggiungendo che non chiederà l'espulsione di Antonio, Gemma e altri "cavalieri" e "dame" che sono nel programma da un bel po':

"Battuta a parte non mi abbandonerò ad esternazioni tipo dovevano cacciare Antonio, Gemma, Elga, ecc… sarebbe un discorso da idiota, un discorso che non mi appartiene, pensieri che non mi sfiorano minimamente la mente. Ho ricevuto tanti messaggi privati di affetto, di simpatia e rabbia che mi hanno commosso, sono fiero di essere quello che sono, ma non mi piangerò addosso. Grazie e chissà potremmo rivederci presto, la speranza è l'ultima a morire, però avrei preferito un'uscita di scena più dignitosa. The number one."