La comica pugliese si è trovata il toy boy, Michele, napoletano 24enne: "È molto più giovane di me ed ho paura di scottarmi, ma quanto è bello!".

Ve la ricordate Francesca Carmela Antonaci? Forse il nome per intero non vi dice niente, ma sicuramente quello d'arte vi riporterà indietro nel tempo: Gegia. La comica pugliese, famosa per i suoi ruoli in film come "Occhio, Malocchio, Prezzemolo e Finocchio" con Lino Banfi oppure per l'indimenticabile "Caramella", la donna di servizio del villaggio di "Professione Vacanze" con Jerry Calà, ha svelato al settimanale "Nuovo" di essersi innamorata di nuovo. Dopo un lungo periodo passato come "single", la comica salentina ha conosciuto un napoletano di 24 anni appena, si chiama Michele, ragazzo immagine che ha prestato il volto per il suo nuovo video, il tormentone estivo "Mamma Dance".

Proprio in quel video la simpatica Gegia rivela che, "tra acciacchi e malanni", anche lei è arrivata alla mezza età: 55 anni e ben 31 anni di differenza con il giovanotto napoletano. Lei è cosciente del fatto che un bel ragazzo può essere una chimera passeggera, basti pensare che quando Gegia era seguitissima in televisione, il ragazzino non era ancora nato. Così al settimanale "Nuovo confessa

Mi piace ma è molto più giovane di me, per questo ho paura di scottarmi. Così al mare raffreddo i bollenti spiriti. È molto difficile arginare il suo grande desiderio di riempirmi di baci e coccole.

Il cuore di Gegia torna a battere più forte di prima, nonostante la differenza anagrafica sia importante l'artista sente di dover mettersi in discussione in questa passione. Del resto se non c'è rischio in amore, non c'è mai gioco.

Ci stiamo frequentando però non me la sento ancora di dire che è il mio amore. La nostra è un'amicizia assai particolare. All'inizio non gli ho dato troppa corda. E' stato lui a fare il primo passo. Sono più di due mesi che ci frequentiamo. Fin dall'inizio della nostra storia ho avuto difficoltà nel confrontarmi con un uomo molto più giovane di me. Non ho figli ma certe volte Michele è come se lo fosse. Mi fa tenerezza anche se lo ammetto, è bello da morire.