La versione classica di Uomini e Donne, Temptation Island e il trono over si sono incrociati nella puntata del 27 settembre del dating show condotto da Maria De Filippi. Ospiti in studio Andrea Filomena e Jessica Battistello, coppia che ha partecipato all’ultima edizione nip del docu-reality di Canale5. I due si sono rivisti dopo la rottura avvenuta in estate, con Jessica che ha lasciato l’Is Morus Relais in compagnia di Alessandro Zarino, ex tentatore oggi diventato tronista.

 

La versione di Jessica Battistello

In studio di fronte al suo ex, Jessica ha ammesso di avere capito di essere ancora innamorata di Andrea. Proprio per questo avrebbe deciso di mettere fine alla conoscenza con Alessandro Zarino: “Mentre lo frequentavo mi rendevo conto sempre più che mi mancava Andrea. Con Alessandro sono stata sincera, gliel’ho detto e abbiamo stabilito di non frequentarci più”. Filomena, però, non avrebbe accettato di perdonare subito la sua ex: “Andrea mi ha sempre chiamata, mi ha detto che gli mancavo ma ha paura di tornare con me. Teme la reazione del pubblico a casa e quella dei suoi genitori che non vogliono che torniamo insieme”. È intervenuta Maria De Filippi che ha consigliato ad Andrea di perdonare Jessica: “Se la ami, perdonala. Che t’importa di quanto è accaduto a Temptation Island?”.

Andrea Filomena sta sentendo Ida Platano

Andrea ha negato di non essere tornato con la ex compagna Jessica per non deludere i suoi genitori: “La verità è che sto bene da solo. Non m’interessa tornare con lei in questo momento. Sono accadute troppe cose”. È stata la conduttrice a svelare, a quel punto, che Andrea sente da qualche tempo Ida Platano, ex compagna di Riccardo Guarnieri che partecipa al trono over di Uomini e Donne. “Siamo amici” ha precisato lui ma il rumoreggiare del pubblico in studio e di Tina Cipollari ha chiarito che tra i due, in futuro, potrebbe accadere più di quanto è stato detto. “Mi sembra non ci sia molto altro da fare” ha concluso la conduttrice rivolta a Jessica. La Battistello, però, ha specificato di non volersi ancora arrendere.