Carolina Ronca era convinta di essere la scelta di Giacomo Czerny a Uomini e Donne. E lo è rimasta fino a quando gli eventi non l’hanno smentita. Lo confessa a Uomini e Donne Magazine cui rilascia la sua prima intervista dopo la puntata che ha chiuso il suo percorso in trasmissione. Quella sensazione era già arrivata al pubblico del dating show. Diversi gli spettatori che avevano sottolineato quanto Carolina fosse stata certa fino all’ultimo di spuntarla sulla rivale Martina Grado, salvo poi doversi ricredere. Lo conferma quando le chiedono se abbia mai pensato che la scelta sarebbe ricaduta su di lei:

Per tutte le sfaccettature di questo percorso, così vero, così intenso, sempre leale, e per come era andata l’ultima parte della giornata insieme a telecamere spente, non sarei vera a dire il contrario. Giacomo ha fatto le sue scelta e io le rispetto. Certamente quello che mi aspettavo era una maggiore trasparenza nel percorso che abbiamo fatto, perché molto spesso quello che mi ha comunicato.

La scelta di Giacomo Czerny
in foto: La scelta di Giacomo Czerny

Giacomo Czerny non ha scelto Carolina: “Non ho nulla da recriminarmi”

Il giorno della scelta, Giacomo ha spiegato a Carolina che non l’avrebbe scelta perché, a dispetto della fortissima attrazione iniziale, il legame tra loro si sarebbe gradualmente spento. Una versione dei fatti che la corteggiatrice contesta: “Non credo sia potuto andare niente storto. L’ho sempre guardato nello stesso modo, ho avuto lo stesso rispetto per il sentimento che provo nei suoi confronti dall’inizio alla fine. Non ho niente da recriminarmi. Non penso ci sia stata molta trasparenza da parte sua perché queste cose a quanto pare le sapeva già da un po’. Forse avrei evitato di costruirmi dei castelli in aria se, nel momento in cui l’aveva capito, me lo avesse comunicato”.

Perché Giacomo Czerny ha scelto Martina Grado

Quando le chiedono perché, secondo lei, Giacomo abbia scelto Martina Grado Carolina risponde piccata: “Va domandato a lui. Io non ho molti elementi per poterlo dire”. Quasi come se la corteggiatrice volesse lasciare intendere di non avere visto tra i due nulla in grado di giustificare una scelta.