"Se mi vedete sorridere è perché sono tanto felice": così Luigi Di Maio ha reso nota la relazione con Virginia Saba. Ma chi è la trentaseienne che fa battere il cuore al vicepresidente del Consiglio? Nata a Cagliari, è una giornalista professionista, laureata in lettere classiche con 110 e lode. Si sono conosciuti grazie al lavoro che lei svolge a Roma come assistente parlamentare. Virginia è rimasta rapita dal sorriso di Di Maio. In un'intervista rilasciata al settimanale ‘Chi', la Saba ha fatto sapere che lei e il politico fanno sul serio.

Il desiderio di maternità

Virginia Saba non ha dubbi. Vorrebbe creare una famiglia con Luigi Di Maio. Ovviamente ha manifestato questo desiderio al suo compagno, che sembra condividere il suo sogno. Tuttavia, sono entrambi consapevoli del fatto che questo non sia il momento più opportuno per concepire un figlio. Preferiscono attendere ancora un po':

"Parlando con Luigi io gli ho detto: ‘Vorrei diventare mamma'. Ma lo volevo da sempre. Lui mi ha risposto: ‘È bellissimo'. Ma sappiamo che non è il momento. Poche sere fa mi ha portato ad Avellino a conoscere i suoi genitori. A Pasqua invece andremo in Sardegna. Le premesse ci sono tutte per…le promesse della vita. Siamo innamorati folli, ma con calma ogni cosa sarà illuminata".

Il sogno di una nuova vita lontana da tutto

Durante un viaggio in Spagna, Virginia Saba e Luigi Di Maio avrebbero fantasticato su come sarebbe la loro vita senza i rispettivi impegni lavorativi. Così, hanno accarezzato l'idea di mollare tutto e gestire un hammam. Al momento, però, la priorità del vicepresidente del Consiglio è la politica. Sente di avere un cammino da compiere:

"Quando abbiamo fatto il primo viaggio insieme in Spagna, a Granada stavamo fantasticando in questo posto meraviglioso. Musica araba, situazione intima. E per un attimo Luigi mi ha detto: ‘Magari un giorno stacchiamo da tutto e ci inventiamo una cosa simile'. (Un Hammam, ndr.) Chissà. Ora però in primis c’è quella che lui chiama la sua ‘missione'".

Non si immischia nelle decisioni politiche di Di Maio

La giornalista, infine, ha chiarito che non è solita immischiarsi nelle decisioni politiche del suo compagno. Al contrario ritiene che la vita privata e quella pubblica debbano restare separate. Il ruolo che Luigi Di Maio ricopre non è affatto semplice e lei non ha alcuna intenzione di rendere le cose ancora più difficili:

"Non mi permetterei mai di dire a Luigi cosa deve fare. Io ho sempre pensato che la politica e la vita normale possano e debbano viaggiare su binari diversi. So che anche Luigi la pensa come me. Mi creda, io voglio rendere le cose facili, ma di facile non c’è molto. Io non ho bisogno di Luigi per campare. Mi sono sempre mantenuta da sola. Sia chiaro. Un’uscita a quattro con Matteo Salvini e Francesca Verdini? Almeno nel privato che vinca l’amore. Per noi, per Salvini, per tutti".