È stato un party grandiosa e molto hollywoodiano quella che ha celebrato il 76esimo compleanno di Vittorio Cecchi Gori. Tornato in salute dopo un grave malore, con ischemia e problemi cardiaci che lo avevano costretto a un lungo ricovero in ospedale, il produttore cinematografico ha festeggiato in grande stile, con tanto di torta a forma di statuette Oscar. Tra i tantissimi invitati che comprendevano attori, magistrati, professori, avvocati, manager, non è mancata l'inseparabile Valeria Marini, che per anni è stata compagna di vita di Cecchi Gori e oggi è legata a lui da un legame di grande amicizia. Alla festa anche il figlio Mario Cecchi Gori; assente l'ex moglie Rita Rusic, con cui pure il magnate è tornato in ottimi rapporti, tornata a Miami. Tra i presenti alla festa celebrata al ristorante Vladimiro, classica location della dolce vita romana, c'erano Maurizio Mattioli, Pippo Franco con la moglie Piera, Lando Buzzanca con la compagna Francesca, Andrea Roncato e la moglie Nicole, il magistrato Davide Iori, il presidente della Lazio Claudio Lotito, Antonella Mosetti, Luciano Moggi e Gianna Orrù, mamma di Valeria Marini.

Rita Rusic si scaglia contro Valeria Marini

Alla festa sono seguite, però, le polemiche. La presenza della Marini ha scatenato l'ira di Rita Rusic, intervenuta dalla Florida in collegamento a Sabato Italiano, con lo stesso Cecchi Gori presente in studio. La Rusic ha sostenuto ancora una volta come la Marini abbia cercato in passato di separare Vittorio dai suoi figli:

Non dovevano esserci telecamere e fotografi a quella festa, Mario è molto restio a mostrarsi e a essere fotografato. È tutto fatto apposta per dare fastidio alla famiglia. Quando tu stavi male, abbiamo visto chi c'era. Ci sono persone che vengono solo quando ci sono fotografi e telecamere, o addirittura li fanno venire loro, per farsi pubblicità. Facciamo subito un nome, un esempio: Valeria Marini non è gradita dai figli. Lei ha rovinato la famiglia. Io mi ricordo i Natali in cui Vittorio non poteva venire a casa, per 5 anni non ho potuto parlare con Vittorio. Mi ricordo una festa di compleanno di Mario in cui sono arrivata con Angelo Perrone e siamo stati cacciati davanti a tutti. Certe cose non me le voglio dimenticare. Vittorio, dovresti avere più sensibilità quando c'è la famiglia coinvolta, devi imparare a non farti usare.

Vittorio ha cercato di minimizzare il problema, chiudendo la questione con l'ironia: "Il fatto che io e Rita litighiamo è un buon segno, se andiamo avanti così ci risposiamo!". Il produttore ha inoltre ribadito il fatto che la storia con la Marini iniziò quando lui e la Rusic erano separati da tempo. "Vero", ha chiuso l'attrice di origine croata, "tu eri libero di fare quello che volevi. Ma la famiglia va rispettata".

Il riavvicinamento a Cecchi Gori dopo il ricovero

Era il 24 dicembre quando Cecchi Gori veniva ricoverato all'improvviso per un'ischemia cerebrale e problemi cardiaci. Da quel dramma, però, è nato un nuovo Vittorio: dopo anni di liti e distanze, Rita Rusic si è riavvicinata a lui e finalmente si sono rasserenati anche i rapporti tra Cecchi Gori e i suoi figli, che per anni sono stati lontani dal padre. Oggi, Vittorio e Rita sono molto legati e lui si è ripreso dai problemi di salute.

La guerra a distanza tra Rita Rusic e Valeria Marini

Tra le ex di Cecchi Gori, invece, non corre affatto buon sangue. Non è la prima volta che Rita attacca la Marini. Sempre a Sabato italiano, a marzo, la Rusic aveva parlato di un'ex compagna che aveva allontanato Vittorio dai suoi figli. Una frecciatina che a molti era apparsa rivolta proprio a Valeria. Quest'ultima ha replicato in un recente intervento a Domenica Live, spiegando di aver fatto spesso visita a Cecchi Gori di nascosto in ospedale, pur di stargli vicino:

Proprio perché sono figlia di genitori separati, ho cercato di mettere pace. I figli non c'entrano niente con i problemi dei genitori. Non penso che Rita parlasse di me, non è possibile perché uscivo con Vittoria.  Le diatribe per me stanno a zero. Rita ha sempre fatto dichiarazioni poco carine verso di me, io non le ho fatte. Ma sono felice che si siano riavvicinati. Ora Vittorio sta bene.