Nei giorni scorsi, Alda D'Eusanio ha pubblicato sui social un simpatico video in cui mangiava una insalata mentre un adorabile cagnolino rubava il cibo sia dalla sua bocca che dal piatto. Nonostante la scena fosse decisamente graziosa, alcuni utenti l'hanno attaccata reputando quel momento di svago pubblicato sui social "disgustoso". Nel corso di un'intervista rilasciata a ‘L'Italia s'è desta', programma condotto da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, l'ex opinionista de ‘L'isola dei famosi 2019' ha detto la sua in proposito.

Il cagnolino Leone appartiene a un'amica dell'opinionista

Alda D'Eusanio, che nel corso della stessa intervista ha anche attaccato gli autori dell'Isola dei famosi 2019, ha svelato che quel cagnolino non è suo. Appartiene a una sua amica. Tuttavia, ha ribadito di non avere alcun problema a lasciarlo mangiare dalla sua bocca. Fa la stessa cosa anche con il suo pappagallo:

“È un cagnolino trovatello di una mia amica, si chiama Leone, l’ha salvato dalla strada. È molto simpatico e molto carino. Anche il mio pappagallo mangia dalla mia bocca. Io non uso moltissimo i social, ma quando lo fai devi sapere che vai incontro agli attacchi di stomaco, a tante cattiverie, così come a incontri molto gradevoli. Io faccio caso solo agli incontri gradevoli, quando leggo qualche insulto lascio stare".

La replica alle critiche

Infine, ha replicato alle critiche. Alda D'Eusanio ha spiegato che dopo aver avuto un terribile incidente nel 2012, ha iniziato a vedere la vita da una nuova prospettiva. Preferisce non dare peso a chi è mosso dalla rabbia e dal livore: "L’incidente mi ha insegnato che la vita è troppo breve per consumarla con gli imbecilli, meglio lasciar stare. Questi sono mossi dalla rabbia. Se la prendono con chiunque. C’è un tasso di rabbia, di livore, di acidità, oltretutto motivata perché viviamo in un mondo in cui non abbiamo certezze, non abbiamo morale, etica. Questo porta a una rabbia talmente forte che te la prendi con chiunque, anche con chi mangia con un cagnolino in braccio. Se insultare sui social gli può servire per evitare attacchi di colite va bene”.