È stata una giornata di festa per  Annalisa Minetti e il marito Michele Panzarino, riunitisi con parenti e amici per il battesimo della figlia Eléna. Una festa che ha rischiato di essere in parte rovinata dall'assurda polemica dei giorni scorsi, quando la cantante è stata investita da attacchi da parte di haters che hanno messo in dubbio la sua idoneità a essere madre. "Non avresti dovuto avere figli", è stato detto alla Minetti su Instagram, solo per via della sua cecità. Lei ha incassato le critiche ed è andata avanti, decisa a non farsi rovinare questo pomeriggio di gioia. La cerimonia è stata celebrata presso l'abbazia Santa Maria di Farfa, nel reatino.

Il battesimo in diretta a Domenica Live, vip tra gli invitati

Al battesimo di Eléna, nata a marzo 2018 dopo che la Minetti e il marito avevano affrontato il dramma di un aborto, erano presenti anche invitati celebri, come Demo Morselli e Marcello Cirilli. Dopo la cerimonia, la Minetti e Panzarino, insieme alla bimba, si sono collegati in diretta televisiva con il programma Domenica Live. La piccola è apparsa in un elegantissimo abito bianco in pizzo e la cantante ha espresso tutta la sua gioia per questo giorno bellissimo. La conduttrice Barbara D'Urso ha però chiesto all'amica Minetti di commentare pubblicamente quelle offese ricevute via social.

La risposta di Annalisa Minetti alle critiche

La cantante, da parte sua, aveva già replicato in un'intervista al Corriere, con parole giustamente furenti ("La disabilità si mostra in mille modi e io mi sento una madre più idonea di questi instabili. A me, manca la vista, loro hanno un ritardo cognitivo"). Ai microfoni di Domenica Live, Annalisa – che ricordiamo, è anche mamma di un altro figlio, Fabio – ha voluto semplicemente godersi il momento di festa, parlando in termini più distesi:

Mi hai talmente difeso bene tu, Barbara,  che ho poco altro da dire… Stiamo dando loro anche troppa importanza. È una fetta del mondo che va perdonata e in loro va alimentato l'amore. Non sanno ancora amare e si distraggono troppo spesso… Il cuore va allenato e loro non lo fanno.