I panni si lavano sul web. Asia Argento prova a chiudere la polemica a mezzo Twitter con la madre Daria Nicolodi, che durante le prime ore del mattino aveva rivelato di avere in affido la nipote Anna Lou Castoldi, la figlia che Asia ha avuto da Morgan. "Mamma, lo so che sei preoccupata ma non c'è niente da temere. Io sto attenta e ti voglio bene". Con queste parole, l'attrice abbassa i toni ma lascia campo aperto alle reazioni social. E non è mai un gran bene: "Tipo, Whatsapp non ce l'avete per parlarvi?", il livello dello sfottò è questo.

Il botta e risposta tra Asia Argento e Daria Nicolodi

Da due giorni, il profilo di Daria Nicolodi è in escandescenza. La madre di Asia Argento non ha gradito le notizie pubblicate dai siti di gossip sulla presunta relazione che la figlia sta avendo (oppure ha avuto) con Fabrizio Corona. Le foto del bacio sono state commentate in chiave negativa: "Vedo due quarantenni con la felpa, inguaiati e inguainanti". E mentre sui due si scomoda persino l'intellighenzia, vedi Massimo Gramellini che ha dedicato loro un editoriale dalle pagine del Corriere della Sera suggerendo che "O vanno definitivamente a fondo insieme oppure si salvano a vicenda", la vicenda è ormai arrivata a livella da soap opera: "Visto che secondo voi non devo criticare mia figlia qui, vi do in pasto una notizia inedita, grazie alla mia segretezza. Nel 2007 il Tribunale dei Minori di Milano ha affidato a me, mia nipote, ritenendo mia figlia e il padre della bambina inadatti. Il motivo me lo tengo per me".

Il messaggio che chiude la vicenda

Asia Argento, sempre stando al racconto di sua madre via Twitter, le avrebbe inviato questo messaggio: "Fai schifo. Sei una donna pessima, madre già lo sai, una fallita, sola nel mondo. Torna nel tuo dimenticatoio. Ora hai veramente esagerato. Fottiti tr**a". La Nicolodi ha poi scritto: "Lasciamo perdere la volgarità di mia figlia, mi spiace tanto per lei che solo un mese fa voleva trasferirsi da noi".  Ora il messaggio che chiude la vicenda, toni bonari da parte di Asia Argento: "Non c'è niente da temere. Sto attenta, ti voglio bene".