Can Yaman e Diletta Leotta colpiscono ancora. Ormai la frequentazione tra l'attore turco e la conduttrice sportiva, su cui si specula da settimane, è una certezza. Il settimanale Chi li ha sorpresi nuovamente insieme, a cena, con tanto di paparazzata. Loro stessi insomma, pur non avendo ufficializzato nulla, non si nascondono più.

Cena a mezzanotte per la Leotta e Yaman

"Ecco in esclusiva le immagini del nuovo incontro segreto tra l’attore e la conduttrice. Sono a Roma, stesso hotel della scorsa volta, stesso copione: cena a mezzanotte e fuga romantica in camera", si legge nel servizio di Chi, che per primo parlò del precedente incontro tra Yaman e la Leotta in un albergo romano. Il fascinoso e prestante interprete fa dunque la spola tra Italia e Turchia. Naturalmente, non si tratta soltanto di viaggi d'amore, viste peraltro le restrizioni imposte dalle norme anti-Covid. Can Yaman in questo periodo sta infatti lavorando parecchio in Italia: se qualche mese fa era venuto a Roma per apparire a Verissimo e a C'è posta per te (quest'ultima ospitata è andata in onda nel corso dell'ultima puntata della trasmissione), al momento sta girando un spot pubblicitario con Claudia Gerini, per la regia di Ferzan Ozpetek. Inoltre, in estate sarà impegnato sul set di Sandokan, serie italiana che lo vedrà protagonista insieme a Luca Argentero.

Tutto quello che c'è da sapere sul flirt con Diletta Leotta

Quello di Diletta Leotta e Can Yaman è il gossip più chiacchierato di questo inizio 2021. Inizialmente sembrava una fake news, ma ora le prove di una frequentazione si moltiplicano. Non bastassero gli avvistamenti a Roma, loro stessi hanno lanciato una serie di indizi social, dal mazzo di rose pubblicato da lei alla medesima canzone condivisa su Instagram ("Una notte a Napoli"). Il più clamoroso è stato quello della frase pubblicata dalla Leotta, che Yaman ha fatto scrivere sulla sua valigia: "Nonostante la pioggia il cielo a Roma profuma di sogni". Come a dire che Diletta è con lui anche quando Can se ne torna nella sua Istanbul.