Ventenne, alta (1,72) e bellissima, un viso acqua e sapone che è il ritratto della sua celebre mamma. Lei è Benedetta Gori, ovvero quel che si dice figlia (primogenita) d'arte: i celebri genitori sono Cristina Parodi e Giorgio Gori, la conduttrice de "La vita in diretta" (nonché ex amatissima annunciatrice del Tg5) e il fondatore della casa di produzione Magnolia, anche ex direttore di Canale 5 e Italia 1 e sindaco di Bergamo. Se poi come zia ti ritrovi la sorella di Cristina, la regina delle cucine televisive Benedetta Parodi, è chiaro che un futuro di fama e celebrità è scritto nel Dna. Infatti, a soli 20 anni, la giovane Gori ha già un passato come modella ed è una celebrità sui social.

Bendetta Gori studia Scienze Gastronomiche

Oltre alla carriera in passerella, con cui ha esordito alla Settimana della Moda milanese nel 2014, Benedetta Gori (nata il 24 giugno 1996) ha deciso di proseguire gli studi dopo la maturità linguistica, presso l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche a Bra (Cuneo). Il progetto è seguire le orme della zia da cui ha ereditato il nome? In attesa di trovare il suo posto nel mondo, ha un rapporto bellissimo con i genitori e con i fratelli, il secondogenito Alessandro (nato il 20 agosto 1997) e la più "piccola" Angelica (24 luglio 2001). E l'amore? Tutto tace sui sui seguitissimi profili social: pare che, al momento, non ci sia un ragazzo nella sua vita.

Cristina Parodi: "Benedetta è affascinante e fragile"

Qualche tempo fa, mamma Cristina, raccontando la lunga unione con Giorgio Gori e definendo loro due una coppia "non perfetta", spesso attraversata da "momenti duri", parlava così di Benedetta: "Caratterialmente Alessandro è molto simile a me. Ma anche Angelica lo è. (…) Benedetta invece si discosta parecchio da me. È quella più affascinante, se vogliamo, ma anche la più fragile e sensibile. Sì, è un po’ più speciale, lei".

E Benedetta, come vive l'esposizione mediatica che coinvolge ogni "figlio di"?  Già qualche anno fa, rivendicava il suo desiderio di indipendenza: "È tutta la vita che il mio nome viene associato a loro. Voglio che gli altri mi conoscano per le mie qualità, per chi sono davvero".