Bello sicuramente, ma anche sposato: è quanto emerge dalla gag diventata virale in rete che mostra il principe Harry mostrare la fede a una giovane fan incontrata in Giappone, dov’era volato per assistere alla finale di rugby tra le sue squadre del cuore, Inghilterra e Sudafrica. Circondato da giovani studentesse nipponiche, il duca di Sussex si è prestato sorridente alla foto di rito quando una di loro gli ha gridato: “Come sei bello!”, anche lei evidentemente rapita dal fascino mai troppo istituzionale del secondogenito di Carlo e Diana. Di tutta risposta, Harry si è sciolto in un sorriso e ha mostrato la fede, scatenando l’ilarità dei presenti. “Sono sposato” ha risposto, con la mente rivolta a Meghan Markle, la moglie che sta vivendo il periodo più complicato dal momento del suo insediamento nella famiglia reale inglese. Il video è stato pubblicato sull’account Twitter della Royal Family che mostra una parte della visita del principe a Tokyo. Il momento in questione è disponibile a partire dal minuto 4.

Meghan Markle è rimasta in Inghilterra

Meghan Markle, ex attrice hollywoodiana che ha lasciato il cinema e la televisione per abbracciare il suo nuovo ruolo di duchessa non ha accompagnato il marito Harry nel corso del viaggio in Giappone che ha assunto i contorni di una visita istituzionale. È rimasta in Inghilterra con Archie, il figlio di appena 6 mesi nato dal matrimonio con il duca di Sussex, reduce dal viaggio in Sudafrica di qualche settimana fa.

Il periodo delicato di Meghan Markle

Con il costante supporto di Harry, Meghan sta vivendo il momento più complesso dal suo insediamento a palazzo. La sua presenza avrebbe scatenato una serie di attriti, ormai resi noti, tra i fratelli di casa Windsor. Rompendo con la tradizione che vuole che i fatti privati interni alla famiglia reale restino tali, Harry ha pubblicamente commentato il periodo durissimo che la moglie sta affrontando e la distanza che ha finito per allontanarlo dal fratello. “Non ci vediamo più così spesso come prima” ha ammesso durante la registrazione del documentario girato in Africa “le cose succedono. Tra fratelli ci sono giorni buoni e giorni cattivi”.