Bufera su Daniele Dal Moro, tronista di Uomini e Donne ed ex volto del Grande Fratello. Il tronista ha voluto fare un colloquio conoscitivo con le ragazze arrivate in studio per corteggiarlo. Quella che era sembrata agli inizi un’idea per metterle a loro agio si è rivelata essere una sorta di boomerang, al punto che una delle corteggiatrici lo ha accusato di avere inscenato un vero e proprio colloquio di lavoro. A finire sotto la lente d’ingrandimento è stata la richiesta del tronista di pesare le sue corteggiatrici, richiesta contro la quale si è ribellata la collega di trono Giovanna Abate. “Io non me la prendo con Daniele ma ti pare che ti sei messa a farti pesare e ti sei tolta le scarpe?” ha chiesto a Ginevra, la prima ragazza che aveva acconsentito alla richiesta di Dal Moro di salire sulla bilancia.

Giovanna vs Daniele 🔥 #UominieDonne

A post shared by Uomini e Donne (@uominiedonne) on

Daniele fa pesare Ginevra, poi la elimina perché non gli piace

Ginevra si è difesa e ha tutelato la scelta di acconsentire alla richiesta di Dal Moro: “Credo che stesse scherzando, in esterna ci siamo divertiti”. Il fatto di dimostrarsi tanto accomodante non è servito a Ginevra a restare in trasmissione. Daniele, dopo il “colloquio conoscitivo”, le ha chiesto di lasciare il programma: “Per me non rimane perché esteticamente non rispecchia i miei canoni e poi perché l’ho trovata troppo accondiscendente”.

La lite con Giulia che si è ribellata a Daniele

Dopo avere incontrato Ginevra, Daniele ha visto Giulia, altra corteggiatrice arrivata in trasmissione per conoscerlo. Anche a lei il tronista ha chiesto di pesarsi ma la corteggiatrice, pur acconsentendo alla sua richiesta, ha esplicitato il fatto di non averne condiviso i toni. Una volta arrivata in studio Giulia ha fatto sapere di non avere apprezzato i termini in cui si è svolto il loro primo incontro: “Sono io che metto il voto a te ed è 4. Sei molto presuntuoso ed egocentrico. Devi scendere dal piedistallo, ti stai creando un personaggio. Mi hai fatto arrabbiare in un modo allucinante. È irrispettoso prendere le ragazze e fare loro un colloquio come se decidessi chi deve lavorare per te. Hai preso il curriculum di noi ragazze e ti sei messo a scrivere”. Daniele si è difeso ma ha concluso la sua arringa eliminando anche Giulia:

Non era un curriculum, era un foglio sul quale avevo scritto nome, cognome e età. Non lo hanno fatto loro (la redazione, ndr) e lo dovevo fare io. Il colloquio con la redazione lo fai e con me non vuoi farlo? L’alternativa era non fare questa cosa e venire direttamente in studio, cosa che ti avrebbe messo maggiore soggezione. Per me lei non rimane.