Elena Santarelli sta portando avanti un difficile e coraggioso percorso al fianco del figlio Giacomo, 8 anni, alle prese con una forma di tumore che, ne sono certi la mamma e il papà Bernardo Corradi, verrò sconfitto. Pur mantenendo il massimo riserbo in pubblico sullo stato di salute del suo bambino, la showgirl ha svelato l'esistenza della patologia in un post Instagram, in uno dei tanti commenti in cui risponde alle domande di altre madri alle prese con il medesimo problema. Al di là del diritto alla notizia da parte di ogni testata, sul web non sono mancate speculazioni sulla vicenda, con titoli urlati e allarmismi che rischiano, anzitutto, di urtare la sensibilità del bambino. Ne abbiamo parlato anche noi, si spera con la massima delicatezza possibile, trattandosi di un argomento così serio e importante. In una recente Story IG, la Santarelli è intervenuta proprio su questo punto, chiedendo maggiore rispetto per la situazione e la privacy di suo figlio.

Lo sfogo di Elena Santarelli

"Non è stato facile per me espormi pubblicamente sul problema che stiamo attraversando (in particolare modo mi riferisco al mio ultimo post)", scrive Elena Santarelli, riferendosi alle parole di qualche giorno fa, quando ha ammesso per la prima volta qual è il problema di Giacomo, "l'ho fatto per aiutare in primis la ricerca perché credo che quando un personaggio viene travolto da una vicenda così deve portare aiuto alle associazioni che hanno poca visibilità". La showgirl è infatti in prima linea per sensibilizzare il pubblico a sostenere chi si occupa di cure e prevenzione, ma anche a dare conforto e consigli a chi è nella sua stessa situazione.

Ricordo di aver risposto a una mamma che ha un figlio malato di leucemia, le ho detto parole di conforto spiegandole che le sono vicina ma che il mio bambino ha un altro tipo di tumore, l'ho fatto senza pensare ai titoli di siti che mai nella vita aprirei, ora io mi chiedo: vi sentite tranquilli, direttori di queste testatine web, a scrivere ‘Santarelli shock, figlio malato di tumore'? Vi auguro di non passare mai da questo percorso e soprattutto vi invito a fare meglio il vostro lavoro. Credo che sia molto più semplice debellare questa bestiaccia che la stupidità e l’insensibilità di alcuni!!!

Giacomo sta affrontando il percorso con grande forza

Il vero messaggio che Elena sta offrendo ai suoi follower, in fondo, non è raccontare la sua vita privata e quella del suo Giacomo, ma far capire quanto i bambini come lui sono forti e capaci di affrontare le difficoltà. Un messaggio che può essere di aiuto per tanti genitori.

La nostra battaglia continua e procede con la massima positività. Giacomo è forte e solare come sempre, più forte di me e mio marito, la sua forza è la nostra forza! Mio figlio non si lamenta mai e se qualche volta lo ha fatto ne aveva tutte le ragioni, io avrei fatto di peggio, affrontare le cure, i tubicini, le limitazioni nella vita quotidiana, a volte i valori bassi, la perdita dei capelli… Insomma, cose che sarebbero pesanti per noi e invece questi piccolini entrano ed escono dall'ospedale come se nulla fosse, vi mando un abbraccio grande grande.

Per Elena Santarelli, suo figlio non è un malato

Già dopo il post in cui, a dicembre, annunciava i problemi di Giacomo (pur senza entrare nei dettagli), la Santarelli chiese ai media di avere rispetto: "Noi genitori siamo i primi a guardarlo come un bimbo normale, non lo guardiamo con gli occhi del ‘malato‘". Non a caso, all'indomani delle dichiarazioni di Nadia Toffa sul cancro affrontato e sconfitto, Elena ne ha aveva condiviso il pensiero: "È proprio così Nadia, lo ripeto a tutti che mio figlio non è malato, lui è un piccolo guerriero".