Come si sarebbe dovuto concludere l’annus horribilis segnato dall’inaspettata scoperta dell’inesistenza di Mark Caltagirone e del suo stesso marito, Simone Coppi, se non con l’ennesimo colpo di scena? Lo si chieda a Eliana Michelazzo che, secondo il settimanale Spy, sarebbe stata vittima di una truffa. In vacanza a Ibiza per riprendersi dalla terribile delusione amorosa legata al fatto di avere scoperto che l’uomo con il quale credeva di essere sposata da 10 anni non esiste, l’ex manager di Pamela Prati si sarebbe ritrovata a fare i conti con un insospettabile furbetto che, approfittando dell’immacolato candore dimostrato di recente in tv dall’ex corteggiatrice di Uomini e Donne, le avrebbe sottratto 1500 euro dalla carta di credito.

Il presunto furto subito dalla Michelazzo

Sul numero di Spy in edicola questa settimana si legge: “Eliana Michelazzo, dopo il Pratigate, ha una carriera da guest star tra locali, feste di piazza e lidi. Tra un’ospitata e l’altra, si è presa anche una vacanza da vip a Ibiza dove, dice lei, è stata vittima di una truffa: le sarebbero stati sottratti 1500 dalla sua carta di credito. Ma cosa ci faceva sull’isola delle Baleari?”. Eliana, per citare quanto scrive sui social, è a Ibiza per “tornare indietro nel tempo”. Sola dopo avere scoperto di non essere mai stata sposata e di non avere mai avuto alcun legame con l’inesistente famiglia Coppi, si è rifugiata sui social – e adesso al sole delle Baleari – per cercare la rinascita che sente di meritare.

A che punto è il Pratiful?

Sul fronte Pratiful, così è stato ribattezzato il caso del matrimonio tra Pamela Prati e l’inesistente Mark Caltagirone, tutto tace, o quasi. Dopo le versioni dei fatti discordanti rese dalle tre protagoniste di questa storia, sarebbero in arrivo una serie di imperdibili spin-off. Intanto, il libro e il film annunciati dalla Michelazzo che sostiene di volere raccontare la vicenda dal suo punto di vista. Pamela Prati, invece, ha annunciato l’intenzione di dar vita a un progetto che, a partire dalla sua incredibile vicenda, si propone quale fine quello di aiutare altre donne che hanno vissuto le sue stesse difficoltà. Tace, invece, Pamela Perricciolo. L’ex agente della Prati ha ammesso le sue responsabilità e ha dichiarato di essere in attesa che gli altri protagonisti di questa vicenda facciano altrettanto.