"Gli invidiosi diranno Photoshop" (alle spalle un bel photobombing di Abramo Lincoln, vecchio burlone)" ha scritto Fedez come battuta di accompagnamento di una foto Instagram, nella quale si vede lui intento a fare un selfie con Barack Obama mentre Abramo Lincoln sta a guardare la scena alle loro spalle. Un chiaro fotomontaggio, montato ad arte per sfruttare la satira nata sui social dopo il racconto, fatto dallo stesso rapper, del rifiuto dell'ex presidente degli Stati Uniti d'America di farsi un selfie con il noto cantante.

La storia è questa, stamattina mi sveglio alle 8 di mattina, vado in palestra, mi metto sul tapis roulant e inizio a correre, guardo di fianco a me e c'è Obama che fa la cyclette. E il mio istinto di italiano non mi ha tradito, perché la prima cosa che avrei voluto fare era quella di prendere il cellulare e urlare "foto foto foto". Però ho aspettato, ho trattenuto la mia italianità, ho aspettato che si mettesse a fare la panca di fianco a me, dicendomi "hey man, good morning"… Io gli ho detto "sorry, can I take a picture with you?". Lui mi guarda, con questo sorriso da presidente americano e mi dice: "No".

Il post #ad con la pubblicità al brand di cellulari

Tutto perfettamente in linea con quanto accaduto fino al giorno prima, se non fosse che, a guardare bene, nella foto e nella descrizione Federico Lucia ha taggato e citato, con tanto di regolarissimo hashtag #ad (che indica lanci pubblicitari), un noto brand di cellulari. Anche Fiorella Mannoia era intervenuta per commentare la cosa, manifestando sostegno alla linea abbracciata da Obama: "Ha fatto bene". Fedez le ha risposto con un video, nel quale le ha chiesto di scegliere meglio le sue battaglie, visto che l'attacco nascosto, a suo dire, nel laconico commento altro non era che una causa persa a prescindere, fonte del ‘genocidio dell'informazione'.