Da alcune ore a questa parte, diversi protagonisti di ‘Uomini e Donne‘ si stanno indirizzando accuse sui social. Tutto ha avuto inizio da un battibecco tra Raffaella Mennoia e Mario Serpa. L'autrice del programma di Maria De Filippi, ha difeso l'ex tronista Claudio Sona dall'accusa di essere stato fidanzato durante la permanenza in studio. In queste ore, è intervenuto anche Gianni Sperti.

Lite Mennoia – Serpa, il motivo è Claudio Sona

Claudio Sona ha trascorso una manciata di giorni in compagnia di alcuni membri dello staff di ‘Uomini e Donne'. La cosa ha fatto storcere il naso a Mario Serpa. L'ex corteggiatore ed opinionista ha commentato: "Questo conferma lo schifo che c'è stato e che continua a esserci dietro tutto". In particolare, sembra che Serpa trovi assurdo che la redazione intrattenga ancora rapporti con un tronista che secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato fidanzato all'epoca della partecipazione a ‘Uomini e Donne'. Raffaella Mennoia, allora, è intervenuta per chiarire che quello è un gossip la cui veridicità non è mai stata dimostrata:

"Ti vorrei informare che il ‘Sola’, come lo chiami tu, ha ampiamente dimostrato che non era fidanzato durante il trono. Se poi te vuoi sostenere il contrario sarò molto interessata ad ascoltarti. Per il resto le chiacchiere e le illazioni, le finte segnalazioni, le fake news con me non funzionano. E quindi se la redazione decide di condividere la propria vita con Claudio fa bene a farlo".

La risposta di Mario Serpa non è tardata ad arrivare. Ha invitato, infatti, Raffaella Mennoia a lasciar parlare "solo i diretti interessati". Quindi ha concluso: "Io racconto la mia di verità e tutti sappiamo qual è stata. Un bacione di cuore".

La replica di Gianni Sperti

In queste ore, è intervenuto anche Gianni Sperti. L'opinionista di ‘Uomini e Donne' ha rimarcato una certa incoerenza nelle dichiarazioni di Mario Serpa: "Se non ricordo male, il primo che si è rimesso insieme a Claudio dopo il polverone, con tanto di annuncio pubblico sottolineando così di credere ancora in lui, sei stato proprio tu. Gesto che mi spinse a decidere di smettere di seguirvi (entrambi) e di non rispondere più a chiamate e messaggi visto quello che dicevate a me l'uno dell'altro (fino a qualche giorno prima)". La polemica sembra essere destinata a continuare.