È guerra aperta nel mondo di Uomini e Donne. Da una parte c'è Mario Serpa, ex corteggiatore del trono gay, scelta di Claudio Sona e poi opinionista del programma (da cui è improvvisamente "sparito"); dall'altro Raffaella Mennoia, autrice di UeD e mente dietro i meccanismi della trasmissione. I due, a mezzo social, se ne sono dette davvero di tutti i colori.

Il primo battibecco tra Serpa e la Mennoia

Il tutto è partito da alcune foto che mostravano Claudio Sona in vacanza con alcuni volti dello staff di Uomini e Donne. "Questo conferma lo schifo che c'è stato e che continua a esserci dietro tutto". ha scritto Serpa su IG Stories. Perché tanta rabbia? Per capirlo, è opportuno fare un passo indietro, a quando Juan Fran Sierra, storico ex di Claudio, sostenne di aver frequentato Sona per tutto il tempo in cui lui era sul Trono. Claudio ha sempre negato ma Mario sembra tuttora convinto che l'ex tronista fosse in malafede e abbia ingannato sia lui che il pubblico. A distanza di un paio d'anni, la redazione continua invece a difendere Sona, come dimostra la recente risposta della Mennoia a un fan: "Ti vorrei informare che il ‘Sola’ come lo chiami tu ha ampiamente dimostrato che non era fidanzato durante il trono. Se poi te vuoi sostenere il contrario sarò molto interessata ad ascoltarti. Per il resto le chiacchiere e le illazioni, le finte segnalazioni, le fake news con me non funzionano. E quindi se la redazione decide di condividere la propria vita con Claudio fa bene a farlo". E sono proprio queste parole ad aver scatenato la reazione di Serpa:

Due paroline desidero dirtele, cara Raffaella Mennoia, anche se comprendo la necessità di dover proteggere l’immagine del primo trono gay, non credo tu sia nella posizione di poter raccontare castronerie e, in nome della verità, sarebbe meglio tacere o lasciare esporre solo i diretti interessati. Detto questo, come ognuno è libero di farsi le vacanze con chi vuole, è libero pure di raccontare di prove, dimostrazioni e bla, bla, bla… beh io racconto la mia di verità e tutti sappiamo qual è stata. Un bacione di cuore.

La Mennoia si scatena e insulta: Poveri stro*** senza vita

Insomma, appare chiaro che i rapporti tra Serpa e la Mennoia sono definitivamente compromessi. Tanto che lei ha annunciato di aver "inserito un nuovo filtro di Instagram che cancella messaggi di markette, di fake e haters e chi porta solo cattiveria e di poveri stro*** senza vita. Se non vi rispondo è solo perché non siete degni, semplici miracolati". L'autrice ha quindi aggiunto che "I social sono pieni di vigliacchi", suscitando peraltro lo stupore dei fan di Uomini e Donne che hanno stigmatizzato i suoi toni accesi, non particolarmente consoni al portavoce di un programma televisivo. Ancora una volta, Mario ha replicato:

Guarda sarò breve e conciso perché vedo che hai delle difficoltà (quindi non mi va di sparare sulla croce rossa) informati meglio… e se ti guardi intorno motivi per dire “boooh” ne hai tanti. (A settembre il fortunato sarà Gianni o Jack).  P.s: io non ho dato dello schifoso a nessuno, ho solo voluto mettere i puntini sulle I su un commento che mi è arrivato. Avete la faccia come il cu**. Io sono annoiato da tutte questa situazione che non ho creato IO. #pensavo #scagnozzi

Alex Migliorini dalla parte di Mario Serpa

Non è ben chiaro in che termini Serpa abbia tirato in ballo gli opinionisti Gianni Sperti e Jack Vanore. Nel dubbio, il primo ha risposto piccato: "Quando si parla o si scrive qualcosa, il modo con cui lo si fa evidenzia molta frustrazione personale".  Dalla parte di Mario, invece si è schierato Alex Migliorini, il secondo (e, finora, ultimo) tronista gay della trasmissione, che sembra essere anch'egli infuriato con Uomini e Donne: "90 minuti di applausi. Almeno uno che non ha paura di dire la verità". Nella gallery in alto, tutta la ricostruzione.