Nella Casa del Grande Fratello 2018, Simone Coccia è tornato a parlare del suo passato difficile. Parlando con Angelo Sanzio e Filippo Contri, il concorrente abruzzese non solo ha difeso ancora una volta la legittimità della sua relazione chiacchieratissima con la deputata Stefania Pezzopane, ma ha spiegato di essere cresciuto nella povertà. Addirittura, per molti anni non ha avuto una casa:

Sono nato in una famiglia povera, senza padre. Ho dormito 7 anni in un garage. Non avevo neanche la casa popolare: chi non ce l'ha dorme per strada o in roulotte. Era un doppio posto macchina allestito a metà con camera da letto, bagno, cucina e ingresso. Avevo la serranda con il lucchetto. Sono contento di essere arrivato qui, e non solo perché il mio lavoro è prevalentemente nel mondo dello spettacolo. Ho fatto un percorso, sono arrivato qua e sono contento.

Il passato difficile di Simone Coccia

Provenienti da L'Aquila, Simone e le sue sorelle sono state cresciute dalla mamma Tiziana con molti sacrifici. Prima di muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo, tra Uomini e Donne (dove fu un corteggiatore) e concorsi di bellezza, ha lavorato come muratore. Ha anche un matrimonio fallito alle spalle e un figlio, Loris. La ex moglie lo ha recentemente accusato di non versare gli alimenti: lui ha negato, spiegando di aver solo saltato alcuni pagamenti in passato per difficoltà economiche, mentre la madre ha assicurato di essere in possesso di diverse ricevute.

Simone difende il suo amore con Stefania Pezzopane

Simone ha inoltre spiegato di sentire molto l'invidia delle persone, soprattutto a causa della relazione tanto contestata con la Pezzopane. I 23 anni di differenza e la distanza sociale tra i due (è onorevole del PD) hanno sollevato voci e malignità. Eppure, la loro storia è in corso da 4 anni:

Tanti ci fermano e dicono che non si aspettavano che rimanessimo insieme per tanti anni. Alcuni hanno la mente ‘retroattiva’ (sic). Non conta la bellezza ma il benessere, la felicità, quando sorridi ti fai nemica tanta gente. Mi dicono che questa relazione mi ha agevolato, mi ha fatto gioco. Ma anche se fosse? Non ho rubato niente a nessuno, non ho tolto il pane da bocca a nessuno. Abbiamo rotto degli schemi e sono contento, non mi sono mai fatto condizionare da una nazione intera. La nostra storia ha fatto il giro di tutto il mondo. Io devo vivere a modo mio e non a modo degli altri. Pure 10 milioni di persone possono pensare che io stia con Stefania per altri scopi, lo sappiamo solo io e lei perché stiamo insieme. Se sto con una persona che ha una intelligenza unica e rara sulla faccia della terra vorrà dire che non sono solo apparenza, ho un cervello e un cuore come tutti. Chi giudica è sporco dentro, io grazie a questa storia ho capito tante cose di me e anche degli altri.

Angelo Sanzio ha replicato: "Le persone si sforzano a voler vivere la tua vita. Perché non vivono la loro, che magari è anche migliore della mia?".