Il principe Harry e Meghan Markle sono ormai argomento delle ultime settimane, in seguito alla decisione da parte della Regina Elisabetta di privarli del titolo reale. Un provvedimento che nasce dalla necessità di segnare un confine tra la famiglia e i Duchi del Sussex che hanno voluto rendersi indipendenti. A parlare per la prima volta della questione è proprio Harry, che in una cena di beneficenza racconta "la sua verità", in un video che è stato poi pubblicato sul profilo ufficiale della coppia.

Il discorso di Harry

Alla cena per i sostenitori di Sentebale, la sua Onlus dedicata alla lotta all'HIV infantile, a Londra, il principe Harry ha voluto parlare apertamente di quanto è successo in queste settimane. Il video che riprende il discorso è stato diffuso anche sull’account Instagram dei Sussex. L'esponente dei Windsor esordisce così: "Buonasera e grazie per essere qui per Sentebale. Prima di iniziare, posso solo immaginare cosa abbiate letto e sentito nelle ultime settimane, quindi vorrei che voi sentiste la verità da me, per quanto possibile, non come principe, né come duca, ma come Harry". È la prima volta che un reale decide di mettersi così a nudo, in un momento in cui è già ampiamente sovraesposto e criticato, tra le prime dichiarazioni emerge immediatamente una certa amarezza per come sia stata gestita l'intera questione e dichiara: "Il fatto che siamo dovuti arrivare a questo punto mi provoca molta tristezza, il Regno Unito è la mia casa e questo non cambierà mai. Non ho preso questa decisione con leggerezza, non c'era un’altra opzione". 

Il desiderio di una vita tranquilla

Il principe continua il suo discorso spiegando che la scelta fatta da lui e Meghan ha avuto delle ripercussioni inaspettate, anche per loro che volevano continuare a gestire le loro associazioni, in maniera autonoma, ma questo non si è rivelato possibile, come rivela lo stesso Harry che dichiara di aver voluto consapevolmente compiere questo gesto, per poter vivere una vita diversa e più serena: "Quello che voglio chiarire è che non ce ne stiamo andando. Volevamo continuare a servire la Regina, il Commonwealth e le mie associazioni militari, ma senza fondi pubblici. Sfortunatamente, questo non è stato possibile. Ho fatto fare alla mia famiglia un passo indietro rispetto a tutto ciò che conosco e ho sempre conosciuto, per fare un passo avanti verso quella che spero sia una vita più tranquilla".