Dopo i giorni bui dello scandalo Meghan Markle, arriva una bella notizia per la famiglia Reale britannica. Il principe Filippo, 99 anni di cui 73 come marito della regina Elisabetta, è stato dimesso dall’ospedale di Londra. Il peggio sembra dunque passato per il Duca di Edimburgo, che lo scorso 16 febbraio aveva fatto preoccupare i sudditi con un ricovero dovuto a un'infezione e a problemi cardiaci, che si è protratto per ben 28 notti: il più lungo in assoluto per il consorte della Regina. Si avvicina per lui il traguardo dei 100 anni, previsti per il 10 giugno.

Perché Filippo è stato in ospedale

Il motivo esatto del ricovero inizialmente non era stato divulgato, ma Buckingham Palace aveva precisato che non c'era nessuna correlazione con il coronavirus, per il quale, peraltro, sia Filippo che Elisabetta II hanno già ricevuto il vaccino. Il duca era stato portato al King Edward VII’s Hospital di Londra e, per qualche giorno era stato trasferito in un’altra struttura sanitaria londinese a poca distanza, l’ospedale St Bartholomew's, centro specializzato nella cura di patologie cardiache e tumorali. Era emerso, inoltre, come Filippo soffrisse di un'infezione non meglio precisata. Al St Bartholomew's è stato sottoposto a un piccolo intervento al cuore, una procedura per una patologia cardiaca preesistente, avvenuta con successo il 3 marzo.

Lo scandalo dell'intervista a Harry e Meghan

Il duca, in ospedale, ha ricevuto la visita del figlio Carlo e del nipote William, ma i membri della famiglia reale hanno continuato a portare avanti i loro incarichi ufficiali nel mese del ricovero di Filippo, con la regina che ha partecipato a vari incontri virtuali, a un'udienza telefonica con Boris Johnson e al primo evento in presenza del 2021, la nomina a cavaliere di un collaboratore durante una cerimonia privata. Inoltre, ha dovuto affrontare lo scandalo mediatico della controversa intervista rilasciata da suo nipote Harry e dalla moglie Meghan Markle negli Stati Uniti, a Oprah Winfrey. Con un comunicato ufficiale ha risposto alle accuse di razzismo nei confronti di imprecisati membri della casa reale: "L'intera famiglia è rattristata dall'apprendere in pieno quanto difficili siano stati per Harry e Meghan gli ultimi anni. Le questioni sollevate, in particolare quella razziale, sono preoccupanti. Sebbene alcune ricostruzioni possano variare, saranno prese molto seriamente e affrontate dalla famiglia in privato. Harry, Meghan e Archie saranno sempre membri amatissimi della famiglia".