Il più conosciuto pirata dei Caraibi ha ammesso di aver procurato della marijuana a sua figlia Lily-Rose, quando la ragazza aveva appena 13 anni. Lo ha dichiarato Johnny Depp davanti all'Alta Corte di Londra, in una fase decisiva del processo per diffamazione intentato dall'attore contro il tabloid britannico The Sun. Il quotidiano nel 2018 lo aveva definito un "picchiatore di mogli", per via del suo matrimonio tormentato con Hamber Heard. L'attrice, dalla quale ha ottenuto il divorzio, lo aveva accusato di violenze e aveva dato via, a sua volta, ad un processo nei suoi confronti. L'attore ha sempre smentito: "Drogato sì, violento mai", ha ribadito anche questa volta. Negli ultimi anni anni si sono accavallate dichiarazioni contrastanti, smentite e ribattute, oltre a decine di registrazioni delle telefonate tra i due. Ma la battaglia contro il tabloid non è finita.

Le dichiarazioni di Jonnhy Deep sulla marijuana

A dare manforte alla tesi del The Sun, ora spuntano altre dichiarazioni, che l'attore avrebbe pronunciato in prima persona davanti ai giudici, come riporta il Daily Mail. Depp ha ammesso di aver fornito della marijuana a sua figlia Lily-Rose quando era appena adolescente, oggi attrice di 21 anni, avuta da una precedente relazione con l'attrice e cantante francese Vanessa Paradis. Depp ne ha parlato mentre discuteva davanti ai giudici di aspetti familiari e ha giustificato il suo gesto come atto da genitore responsabile:

Era andata ad una festa e aveva fumato cannabis che le era stata data da qualcun altro, così d’accordo con Vanessa abbiamo deciso che se Lily-Rose voleva fumare era meglio se fossimo noi a fornirle marijuana controllata.

Johnny Depp e il suo rapporto con la droga

In effetti l'attore non ha mai nascosto più di tanto il suo rapporto con gli stupefacenti. Nel 2014 il magazine americano TMZ pubblicava una foto di Johnny Depp in compagnia di Marilyn Manson a Los Angeles, mentre fumavano marijuana da una pipa di vetro. Ma il suo problema con le droghe risale a ben prima negli anni, come racconta davanti alla Corte, per via di una situazione familiare difficile:

Dai 14 anni in poi ho preso ogni tipo di droga. Ero molto giovane. Non era un momento particolarmente stabile della mia vita famigliare. Mia madre mi chiedeva di andare a prendere le sue pillole per i nervi. Avevo circa 11 anni… Quelle pastiglie la calmavano e così cominciai a prenderle anch’io. Il mio uso di droghe è cominciato così. Scoprii presto che droga e alcol erano le uniche cose che mi facevano tenere sotto controllo il dolore e la rabbia.