Capri, l'isola del sole e dell'amore. E dove potevano mai andare in vacanza Elisabetta Canalis e Brian Perri se non in un luogo dove esprimere al meglio il loro amore? Nonostante le recenti difficoltà con la perdita del bambino di lei, avvenuta nelle prime settimane di gravidanza, restano il ritratto della felicità e a guardarli appare scontato che il loro idillio sia destinato a durare. Il settimanale "Chi" dedica loro un servizio sul numero in edicola questa settimana, rivelando nel dettaglio le loro serate mondane, prima al ristorante e poi alla festa organizzata dalla nota gioielleria caprese Faraone Mennella.

La vacanza romantica a Capri è arrivata dopo che Elisabetta ha fatto una sosta molto lunga nella sua Sardegna per presentare Brian Perri ai genitori. Pare che le cose siano andate molto bene e che il bel chirurgo abbia fatto un'ottima impressione. Dunque, quello che il mondo del gossip adesso vuole sapere e se ci saranno o meno le tanto attese nozze. Il matrimonio di Elisabetta Canalis e Brian Perri potrebbe celebrarsi, a sorpresa, proprio dopo le vacanze, ma restano solo speculazioni ed ipotesi che, per adesso, non trovano fondamento. La soubrette, però, tiene molto al suo rapporto e non passa giorno che non si vedano in giro, per vacanza o nella routine quotidiana. Tra di loro le cose vanno alla grande, insomma.

Il dramma di Elisabetta Canalis

La showgirl ha perso il figlio che aveva in grembo, prima di essere arrivata al terzo mese di gravidanza. In un lungo post l’ex velina comunicò così il suo dolore ai fan.

Avrei voluto rispondervi e condividere questa gioia immensa con voi, cioè l’arrivo di un bambino ma avevo deciso di darmi del tempo perché era ancora troppo presto, e come tutti mi avevano consigliato, “non si dice mai prima dei 3 mesi”. La stampa era arrivata a sapere del mio stato ancora prima che io stessa ne volessi parlare. La vita ti mette dietro l’angolo realtà che non ti aspetti e che è durissimo affrontare. Non si è mai veramente pronti a sentirsi dire che non c’è più battito e che si era fermato già tempo prima […] La natura agisce per vie incomprensibili. Noi possiamo solo accettare. Voglio dirvi che vi sono vicina se state soffrendo come sto soffrendo io, inutile negarlo. Si prova un dolore inspiegabile ma costante che fatica ad andare via.

La missione in Libano di Elisabetta Canalis come ambasciatrice Unicef ha rappresentato quasi un voler esorcizzare tutto questo. La soubrette è partita dal centro educativo di Nabatieh, a 60 km da Beirut, dove la Canalis ha incontrato i primi “piccoli amici”, intrattenendosi con loro e ritornando anche un po’ bambina, ha poi visitato il resto del paese, fornendo doni ed assistenza alle popolazioni. Adesso si trova in Alghero per cercare di ritrovare la serenità con il suo Brian Perri, sempre in prima linea ed accanto a lei: una forza ed un valore aggiunto per Elisabetta.